AlimentazioneFor KidsLifestyle

Alimentazione sana per tutta la famiglia: mi aiuta Casa Di Vita

BuzzooleL’alimentazione sana è uno stile di vita: non significa stare a dieta (e infatti non sono magra ahimè!), ma mangiare in modo sano ed equilibrato, introducendo tutte le vitamine e i nutrienti di cui abbiamo bisogno.

Uno stile di vita che ho cercato di trasmettere a Sissi: ci sono riuscita? Per adesso sembra proprio di SI! Fin dallo svezzamento ho introdotto alimenti di ogni tipo e ho cercato di abituare il palato della mia bambina a tutti i sapori e consistenze. Alimenti bio, prodotti a km0 e fatti in casa costituiscono la nostra alimentazione in via preferenziale, senza tuttavia ossessionarsi e considerando sempre il lato pratico: ad esempio in viaggio sappiamo accontentarci di quello che troviamo on the road.Read More

AlimentazioneFor KidsFor momsLifestyle

40 anni… con Dietorelle

Buzzoole
Ho festeggiato 40 anni da un po’ e quindi so bene quanto entrare nei famosi -anta sia un traguardo importantissimo!

Anche Dietorelle celebra i suoi primi 40 anni e festeggia alla grande.

Abbiamo la stessa età e ho visto Dietorelle crescere, rinnovarsi e ampliarsi negli anni: oggi la gamma è davvero variegata sia per consistenze che per gusti.

Quali preferite? Dalle caramelle gommose (alla liquirizia e alla menta) alle morbide alla frutta (classica fragola e limone o gusti più ricercati come frutti di bosco e agrumi), dalle dure rinfrescanti (menta e ice) alle dure alla frutta ripiene e gelées (mora, fragola, ciliegia, pompelmo rosso).

Le nostre preferite sono le gommose, perché sono tra le poche caramelle che Sissi accetta come ricompensa a scuola… e fuori!

Da mangiare a cuor leggero perché senza zucchero e dolcificate naturalmente con estratto di stevia, pianta sudamericana dal potere dolcificante, le Dietorelle sono anche ricche di succhi di frutta e senza coloranti e aromi artificiali: insomma una permissible candy!

Dietorelle festeggia i suoi 40 anni con tutti i suoi consumatori, con un grande concorso in collaborazione con il brand super fashion Le Pandorine.

Per partecipare basta acquistare una confezione a scelta della vasta gamma Dietorelle nella Grande Distribuzione (una busta) o nei Bar e Tabacchi (un astuccio) e scoprire se avete vinto una delle 80 borse Limited Edition firmate Le Pandorine.

Basta collegarsi al sito per tutte le informazioni di dettaglio.

Ma non finisce qui! I festeggiamenti continueranno per tutto l’anno con nuove iniziative che si potranno scoprire nei prossimi mesi sulla pagina Facebook di Dietorelle e sul sito… Quindi stay tuned!

#Dietorelle

AlimentazioneFor Kids

Idee per la merenda dei bambini

Buzzoole
La merenda dolce?
Sissi non la ama. In generale la mia bambina ama il salato e in fin dei conti sono contenta: trovo che siano alimenti meno “industriali”, sicuramente senza zuccheri e più nutrienti. Inoltre, adora la frutta. Insomma, piuttosto che una fetta di torta a merenda chiede un frullato ed una pizzetta!

A scuola – per ragioni organizzative dato che siamo stati dislocati in altra sede a causa del terremoto – Sissi fa pranzo alle 11.45! Questo vuol dire che quando la vado a prendere alle 16 trovo una bimba affamata: ha davvero molta fame e vuole mangiare per merenda qualcosa di sostanzioso!
E qui entra in gioco l’ABC della merenda: una merenda studiata da un vero nutrizionista (e infatti mi ricorda la merenda del mio piano alimentare!).

Parmareggio ha studiato, avvalendosi della collaborazione e dell’esperienza del nutrizionista Dott. Giorgio Donegani, una merenda studiata ad hoc per i bambini, che garantisce il corretto apporto di carboidrati, proteine e grassi, e fornisce la giusta quantità di energia e nutrienti necessaria per sostenere le attività di studio, gioco e sport in modo naturale e senza appesantire.

L’ABC della merenda è una sorta di kit, in cui si trovano le 3 componenti essenziali per una merenda completa, corretta e nutriente: un prodotto a base di Parmigiano Reggiano (Parmareggio Snack, Formaggini Parmareggio o Parmareggio Snack Bio), grissini o frutta secca e un frullato 100% frutta.
In questo modo l’apporto nutrizionale e calorico è corretto dal punto di vista nutrizionale, grazie al bilanciamento tra carboidrati (50%), proteine (15%) e grassi (35%). I carboidrati assicurano la giusta dose di energia per affrontare con la giusta carica lo studio o le attività sportive pomeridiane, mentre le proteine sono essenziali per la formazione dei tessuti dell’organismo e per lo sviluppo osseo. Infine anche i grassi, nella giusta quantità, non solo danno energia, ma funzionano anche da trasportatori di vitamine.
L’ABC della merenda è ricco di vitamine A e C e di sali minerali, tra cui il calcio, importantissimo per i bambini perché essenziale per la crescita delle ossa.

L’ABC della merenda si può portare tranquillamente in borsa o nello zainetto, infatti può rimanere fino a 4 ore fuori dal frigorifero, e si trova in tutti i supermercati, nel reparto merende/dessert per bambini del banco frigo.
Ma l’ABC della merenda non finisce qui: Parmareggio, sempre attenta ai piccoli consumatori, ha predisposto sul sito  una sezione dedicata ai bambini, con giochi, fumetti, papertoys, suonerie e tante altre divertenti attività, tra cui la possibilità di scaricare giochi da tavolo legati alla promozione “A spasso nel Temporeggio” e un concorso “Canta con Parmareggio” nel quale i piccoli artisti possono diventare protagonisti cantando L’ABC della merenda Rap.

 

#parmareggio

AlimentazioneSolidarietà

Una iniziativa doppiamente buona: Pastificio Rana per il Banco Alimentare

BuzzooleA Natale siamo sempre più propensi a compiere gesti di solidarietà, spesso però non siamo sicuri di come, o dove, vadano a finire i nostri sforzi.
Il mio consiglio è di controllare sempre le iniziative nei siti web ufficiali di riferimento e di contare su brand conosciuti.
A Natale siamo soliti mangiare pasta fresca ripiena e, mentre cercavo tra i banchi freschi del supermercato agnolotti e tortellini, mi sono imbattuta in una iniziativa di Giovanni Rana di cui vi voglio parlare.

Pastificio Rana per il Banco Alimentare

Dopo il successo della prima edizione, anche quest’anno dal 14 novembre al 15 gennaio per ogni confezione acquistata della specialità Duetto, il Pastificio Rana donerà una confezione di pasta ripiena al Banco Alimentare.
L’edizione 2015 ha raggiunto 300.000 famiglie attraverso più di 7500 strutture caritative territoriali distribuite le le 20 regioni italiane. Sono stati donati oltre 2 milioni di piatti di pasta fresca: ben 950 pallet consegnati con 33 trasporti.


Cosa mi piace di questa iniziativa? La trasparenza!

Nel sito ufficiale, che potete consultare qui, non solo potete reperire tante informazioni sui prodotti, ma anche tutti i dettagli dell’iniziativa in collaborazione con il Banco Alimentare.
Addirittura si possono leggere le documentazioni di consegna effettuate dal Pastificio Rana al Banco Alimentare e a sua volta dal Banco Alimentare alle strutture caritative.
Allora non rimane che acquistare Duetto, in tante gustosi varianti… e il Natale sarà ancora più buono.

AlimentazioneFor Kids

A merenda con HIPP

Buzzoole

Vi racconto spesso di quanto l’alimentazione sana sia per me importante: non è una fissazione ma semplicemente credo che mangiare alimenti di qualità giovi anche al nostro stato psicofisico.
Quando posso – senza ossessioni – preferisco il cibo biologico: per tutti, ma in primis per Sissi. Fin dallo svezzamento ho cercato di utilizzare prodotti freschi e di preparare il cibo in casa – per quanto possibile.
Tuttavia, non ho mai disdegnato l’aiuto di omogeneizzati o altri tipi di alimenti preparati o conservati, selezionati scrupolosamente e biologici.
Uno di questi è sicuramente HIPP, che festeggia il suo 60esimo compleanno per i prodotti bio.

hipp-bio-03

HIPP produce alimenti per l’infanzia da oltre 100 anni e da 60 ha abbracciato i principi della agricoltura biologica: molto prima dunque delle mode del bio degli ultimi anni.

Omogeneizzati, pastine, frutta, snack, crema di riso, biscotti: la scelta di alimenti per l’infanzia è davvero vasta e variegata e adatta alle varie fasi dello sviluppo e dello svezzamento del bambino.
Anche oggi che Sissi non è più che una neonata da svezzare, HIPP ci accompagna nelle nostre merende in casa e fuori con i suoi prodotti, sani e adatti all’alimentazione dei bambini fino ai 3 anni.

A merenda con HIPP

La merenda di un bambino che frequenta la scuola materna deve essere piuttosto nutriente: i bambini tornano a casa spesso affamati e pronti a buttarsi a capofitto su qualsiasi merendina o snack industriale ricco di conservanti e additivi.

A merenda propongo a Sissi una scelta di prodotti HIPP: può scegliere una frutta frullata, comoda nel formato apri e chiudi e che può consumare anche in giro, magari in auto, oppure può scegliere i baby soffi e le baby gallette, snack interamente a base di cereali, anche loro in formato comodo da portare in borsa o nello zainetto.
Se siamo a casa, le baby gallette possono essere accompagnate anche da un velo di marmellata o di cioccolata spalmabile o di formaggio fresco spalmabile.

La nostra merenda con HIPP

Oggi abbiamo scelto una merenda con le baby gallette di riso con marmellata all’arancia e una frutta squeezable mela e pera. Sissi è ormai in grado di prepararla da sola, divertendosi a spalmare la marmellata sulle gallette (senza il mio aiuto!)

hipp-bio-06

hipp-bio-09

E per bere?
Ecco frutta Splash: un mix di frutta biologico senza zucchero aggiunto in acqua minerale naturale con il tappo apri e chiudi e il beccuccio tipico.

AlimentazioneFor Kids

Facciamo merenda? La merenda è importante come il latte

Buzzoole

La merenda è un pasto molto importante! I vostri bambini fanno merenda? E voi?

A volte però il dubbio per lo spuntino di metà pomeriggio, specialmente in bimbi piccoli è: cosa posso dare per merenda? Normalmente al nido o a casa i bambini piccoli (mi riferisco alla fascia d’età fino a 3 anni) mangiano piuttosto presto e prima di arrivare a cena c’è bisogno di qualcosa di nutriente, sostanzioso. E sano.

MIO ci accompagna da sempre con i suoi prodotti specifici per la prima infanzia e ideali per la crescita del bambino: i bisogni nutrizionali sono molto differenti da quelli degli adulti!

merenda_latte_albicocca

Le Merende al Latte MIO, contengono più dell’80% di latte e sono ricche di Calcio e Magnesio, minerali importanti per lo sviluppo delle ossa, e Zinco, minerale necessario per la crescita. Inoltre contengono il giusto apporto di proteine.

Spesso la merenda è consumata fuori casa: dopo il nido magari optate per una passeggiata o un pomeriggio di shopping, o più semplicemente dovete lasciare il bimbo con i nonni per sbrigare delle commissioni. Anche in questo caso le Merende al Latte MIO risultano vincenti: non devono essere conservate in frigorifero (ma NON hanno conservanti e coloranti) e possono essere consumate ovunque a temperatura ambiente. Perchè? Ci avete mai fatto caso? Nè troppo calda nè troppo fredda: i bambini amano la pappa a temperatura ambiente!

fumetto1

Le Merende al Latte MIO hanno quel “gusto MIO” inconfondibile che piace tanto ai bambini, ma non per questo la merenda deve essere monotona nel gusto. Sono disponibili ben 13 gusti, divisi in base frutta 100g x 4 (pera, banana, albicocca, fragola), frutta 6 x 60g (Fragola/Lampone o Banana/Pesca), golosi (con vaniglia, cacao, biscotto, cereali, caramel) e supergolosi con le “Junior Dessert” (biscotto/cacao o vaniglia/cacao).

Inutile dire che con le Junior Dessert rischiamo di mangiarne una anche noi!

fumetto2

fumetto3
#babyfoodMIO #merendeallatteMIO #MIO #SPONS

AlimentazioneLifestyleSolidarietà

“All’orango io ci tengo” con Di Leo 

Buzzoole
Di Leo Pietro Spa, azienda nata ad Altamura nel 1860 e specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti da forno e con sede a Matera, conferma il suo impegno per la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente.

dileo-01

“All’orango io ci tengo”

Dal 1° ottobre 2016 al 1 ottobre 2017, Di Leo ha deciso di sostenere il progetto di salvaguardia ambientale “All’orango io ci tengo” destinando l’1% del ricavato dalla vendita della linea di biscotti Fattincasa fino a un tetto massimo di 50.000 euro.

Sul sito è possibile acquistare il pack con tutti i 6 prodotti della linea Fattincasa al prezzo di € 17,94 e ricevere in omaggio la simpatica maglietta dell’orango e il cappellino. Per partecipare attivamente alla campagna e contribuire a sensibilizzare sul tema potete condividere una vostra foto bei social usando l’hashtag #allorangoiocitengo.

dileo-05

L’impegno di Di Leo per la sostenibilità ambientale ha una lunga storia e comincia già 25 anni fa, quando Di Leo decise di prendere una posizione ben precisa sull’utilizzo dell’olio di palma nei prodotti alimentari. Di Leo è stata la prima azienda in Italia a non utilizzare olio di palma e successivamente è stata la prima a comunicare sia sul pack sia in tv l’assenza di tale grasso.

dileo-02

dileo-03

“All’Orango io ci tengo” vede Di Leo impegnata insieme a forPlanet, ONLUS per la conservazione ambientale, in collaborazione con Sumatran Orangutan Society (SOS).
L’iniziativa avrà luogo sull’isola indonesiana di Sumatra e si propone di salvare, riabilitare e reintrodurre in natura 15 oranghi, specie a rischio di estinzione a causa del bracconaggio e delle pratiche di deforestazione.
Attraverso la piantumazione di 1.000 alberi si potrà recuperare un ettaro di habitat dell’orangutan. Sumatran Orangutan Society (SOS) crea dal 2004 gruppi di persone appartenenti alle comunità locali per gestire i vivai e ripristinare le aree forestali degradate.
Con il contributo di Di Leo saranno sviluppate e attuate strategie di tutela a lungo termine degli habitat degli orangutan a Sumatra. In particolare verranno sviluppate delle raccomandazioni per il governo indonesiano in tema di opportunità di finanziamento dei progetti di conservazione finalizzati alla tutela efficace e a lungo termine dell’ecosistema Leuser. Inoltre verrà lanciata una campagna internazionale contro un progetto di sviluppo di dighe che minaccia di distruggere l’habitat naturale per una popolazione di 400 orangutan.

dileo-04

AlimentazioneFor KidsLifestyle

Salumi ai bambini… da oggi a “Cuorleggero”

Buzzoole

Più di una volta vi ho raccontato della mia attenzione ad una sana e corretta alimentazione. Non alle diete, non alle ossessioni vegane/macrobiotiche/paleo: semplicemente pongo molta attenzione ad un’alimentazione sana, equilibrata, prediligendo cibi bio, a km zero, grani pregiati, pesce…

Vi ho raccontato dell’alimentazione di Sissi fin dallo svezzamento in varie battute sui social e nei messaggi privati e vi ho raccomandato qualche libro che mi ha davvero aiutata nel momento in cui ho dovuto cominciare a cucinare anche per la mia bambina.

La domanda spesso è: quali salumi ai bambini?

Cosa si può dare? Cosa non si può dare? A che età? 

Nella nostra esperienza, abbiamo introdotto il prosciutto cotto alta qualità senza polifosfati nei primi mesi dello svezzamento, aggiungendolo alle pappe. Ed ora la mia 4enne mangia sia prosciutto cotto che crudo (anche nel menù della mensa a scuola, 1 volta alla settimana), sporadicamente qualche fettina di salame.

Una mia considerazione, superato ampiamente lo svezzamento e sopravvenuta la fase della scuola dell’infanzia, è stata quella di lasciarsi un po’ andare: i figli inevitabilmente scappano dal nostro controllo. Anzitutto mangiano a mensa. Poi andranno alle feste, in gita, con gli amici e noi non saremo lì per dire di mangiare un alimento piuttosto che un altro. Ho dunque deciso di dare a Sissi un’educazione alimentare: spiegarle perchè mangia ciò che mangia, perchè cucino in maniera varia e salutare, a cosa serve ciascun alimento. E spero che diventi una ragazza che sappia regolare la propria alimentazione, basandola non su diete assurde ma sulla qualità e varietà dei cibi che potrà e saprà scegliere.

C’era una volta Nonna Rosa…

C’era una volta, cent’anni e più or sono, una donna dal cuore generoso, Nonna Rosa, che a San Vitaliano, un piccolo borgo alle porte di Napoli, lavorava lieta nel suo laboratorio artigiano. Sotto il suo sguardo amorevole, venivano realizzati i migliori salumi della tradizione contadina italiana. Da sempre Nonna Rosa si è prodigata per trasferire il rispetto assoluto delle ricette originali istruendo generazioni di operai e portando il sorriso su migliaia di tavole. Si dice però che avesse un segreto. Accanto al libro mastro delle ricette, Nonna Rosa conservava un altro libro, più piccolo ma altrettanto prezioso, che solo a lei era concesso sfogliare. Su questo libro erano segnati i segreti dei prodotti Spiezia. Ed è a partire da allora che ogni nuova generazione della famiglia ha il compito di conservare e tramandare quel libro…

Così il Salumificio F.lli Spiezia racconta la propria storia, fatta di tradizione e qualità dal 1907.

La tradizione si affianca tuttavia all’innovazione, sia in termini di prodotti, con una sempre maggiore attenzione alla qualità e alla salubrità di questi ultimi, privi di allergeni, che in termini tecnologici, grazie ad un moderno laboratorio interno attrezzato per verificare costantemente gli standard qualitativi delle produzioni.

Lo stabilimento di produzione è unico e si trova a San Vitaliano (Napoli): con una superficie di 16.575 mq riesce a produrre l’intera gamma di salumeria tipica italiana, come salami, salsicce, coppe, pancette, prosciutti cotti, mortadelle, spalle.

I salumi ‪Spiezia hanno ottenuto la prestigiosa certificazione BRC che permette di monitorare la filiera produttiva a partire dai fornitori garantendo ai consumatori la massima trasparenza e prodotti davvero sicuri.

La nuova linea Cuorleggero

Una linea che ci piace davvero, perchè  – ammettiamolo – un salume risolve spesso un pasto veloce: sia per noi in ufficio, sia nelle calde sere estive (con una piadina), sia nei picnic estivi.

Ma se siete attenti alla linea o soffrite di intolleranze e allergie o semplicemente volete scegliere prodotti di alta qualità, sapete certamente che non tutti i salumi sono uguali! In particolare i prodotti della linea Cuorleggero sono senza lattosio, senza glutine, con pochi grassi e senza zuccheri aggiunti. Il prosciutto cotto alta qualità, così come il tacchino, non contiene polifosfati e il salame ha il 30% di grassi in meno rispetto ai comuni salami.

La tradizione partenopea nel Salame Napoli

Dal libricino di Nonna Rosa, tramandate per generazioni, arrivano le ricette della tradizione pratenopea, custodite nelle memorie e nelle maestranze di un’azienda centenaria come il Salumificio F.lli Spiezia.

Il Salame Napoli, ottenuto da carni rigorosamente selezionate, viene insaccato a grana grossa in budello naturale e legato a mano, come da antica tradizione. Dunque viene stagionato lentamente.
Il prodotto non contiene glutine e lattosio, ingredienti e/o additivi geneticamente modificati.

Abbiamo trovato il prodotto giusto per un buon panino al salame da mettere nel cestino del picnic!

salame-napoli

AlimentazioneFor KidsLifestyle

Biscotti Di Leo: il sapore di una volta senza olio di palma

Buzzoole

Sono sempre alla ricerca di prodotti di qualità: è una caratteristica che mi contraddistingue, leggo etichette (dalle creme all’abbigliamento, dai biscotti ai prodotti tech), confronto, mi informo… non ricerco la perfezione, ma ci tengo alla qualità di ciò che acquisto, anche se devo spendere qualche euro in più.

Se questo è vero nella moda, ancora di più è vero nell’alimentazione, quando le mie scelte di qualità si riflettono sulla salute e sul benessere, non solo mio, ma di tutta la famiglia.

 

Ho scoperto i biscotti Di Leo

Di Leo Pietro SpA nasce nel 1860 circa e sviluppa la sua storia a cavallo di due secoli. Da piccolo forno di paese diventa una impresa specializzata in biscotti che coniugano ricette tradizionali con consumi moderni con particolare attenzione al tema salutistico, degli ingredienti naturali e dell’innovazione di prodotto.

Già ben prima delle recenti accuse contro l’olio di palma, agli inizi degli anni ’90, Di Leo sceglie di realizzare il primo biscotto con solo olio di mais, senza burro o altri grassi: nascevano i Fattincasa Di Leo.

Negli ultimi due anni il dibattito sull’olio di palma si è acceso e a tratti inasprito: pur avendo origine vegetale, contiene molti grassi saturi e dunque va limitato il più possibile. Il mio personale punto di vista è che l’olio di palma non sia in realtà il demonio e l’ingrediente da incriminare di tutti i mali, ma sicuramente un ingrediente non così buono, da limitare il più possibile, così come dovremmo fare con tutti li alimenti contenenti grassi saturi. L’Istituto Superiore di Sanità ha confermato che un eccesso di assunzione di acidi grassi saturi nei bambini è dovuto in misura rilevante all’uso generalizzato dell’olio di palma in molti prodotti da forno come merendine, biscotti, grissini, cracker, fette biscottate. Basterebbe dunque sostituire l’olio di palma con altri oli più ricchi di grassi insaturi (olio mais, girasole, oliva) per normalizzare l’assunzione di grassi saturi.

I biscotti Di Leo: la nostra prova

Mi piacciono, sono leggeri e naturali, in particolare i miei preferiti sono i biscotti integrali con crusca.

 

 

Assomigliano davvero ai biscotti fatti in casa: la lista di ingredienti è corta, sono friabili e piccolini. Con solo biscotto si riesce a togliersi lo sfizio di un momento di dolcezza con la sicurezza di un alimento sano e… solo 28 calorie!

  

AlimentazioneFor Kids

#tiabbiamoascoltato Plasmon elimina l’olio di palma

Buzzoole

L’ansia di noi mamme quando abbiamo a che fare con il cibo per i nostri bambini arriva all’ennesima potenza.
Anche chi era sbadata e mangiava di tutto senza soffermarsi troppo sulle etichette, in generale, quando diventa mamma, comincia ad interessarsi agli ingredienti, alla provenienza, alle etichette, alle materie prime e ai processi produttivi (la famosa filiera).
A quel punto come matte ci aggiriamo tra gli scaffali del supermercato leggendo per ore le piccole scritte della lista ingredienti di quello che compriamo: quante volte siete state scambiate per ladre aggirandovi furtive come un detective tra gli scaffali del supermercato? A me è capitato!

Ci sono marchi che fanno parte della nostra realtà quotidiana perché ci hanno infuso fiducia da sempre: sono quei marchi che fanno parte dei ricordi della nostra infanzia che ricordiamo fin da bambini e che le nostre mamme ci davano con fiducia e sicurezza ed una di queste è sicuramente Plasmon.

02

Chi di noi non ha mai provato un biscotto Plasmon da bambina?
Chi di noi non ha messo il famoso biscottino Plasmon, intero o granulare, nei biberon dei nostri bambini?
Chi di noi non ha portato i biscotti Plasmon in borsa per sopperire a necessità fameliche improvvise dei nostri piccoli?

Quando poi è scoppiata la polemica sull’utilizzo dell’olio di palma nei prodotti alimentari – ammettiamolo – siamo rimaste un po’ colpite scoprendo che anche i nostri amati biscotti contenevano l’odiato e incriminato ingrediente.

Plasmon ci ha ascoltato, ha ascoltato proprio noi mamme, e ha deciso di cambiare la composizione dei propri biscotti ed eliminare l’olio di palma.

Ma il gusto?

Come mamme sappiamo benissimo che i nostri bambini sono molto abituali in quello che riguarda gusti e sapori nel cibo: un cambiamento di ingrediente ovviamente potrebbe causare un cambiamento di sapore del biscotto e i bambini potrebbero rifiutarlo.

Plasmon ha deciso di eliminare l’olio di palma ma è riuscito a mantenere intatto il gusto, quel sapore unico e inconfondibile che fa parte del bagaglio di ricordi della nostra infanzia.

In questo simpatico video potete vedere lo scherzetto che Plasmon ha riservato ad alcune mamme blogger (io non c’ero, non potevo andare a Milano per l’occasione) invitandole a prendere un tè e offrendo loro dei biscotti: ovviamente le mamme hanno parlato del “problema olio di palma” senza sapere che in realtà stavano già mangiando dei biscotti che non lo contenevano ma dal gusto e dal sapore immutato!

AlimentazioneFor Kids

Caramelle a scuola? Meglio le Galatine!

Buzzoole

Chi non conosce le Galatine?

Dal 1956, ideate e lanciate sul mercato da Polenghi, nota azienda italiana produttrice di latte, le Galatine fanno felici bambini e mamme, grazie al loro contenuto in latte ed al gusto inimitabile.
Nel 1991 Galatine entra a far parte del mondo Sperlari e nel corso degli anni alla tradizionale tavoletta al latte si aggiungono nuovi golosi gusti. Nel 2004, entrano a far parte della famiglia Galatine le morbidissime e golose Galatine Soft. Il 2010 è l’anno del lancio delle golosissime Choco, un cuore di latte ricoperto da un goloso strato di cioccolato fondente.

Logo-GalatineRead More

AlimentazioneFor KidsLifestyle

Le buone abitudini del mattino: Actimel

Comincia la scuola e chi è al secondo anno di asilo come noi sicuramente già teme i malanni.

Lo scorso anno Sissi è stata piuttosto male: nulla di grave, ma comunque si è ammalata tantissimo. In particolare da febbraio a maggio non abbiamo avuto davvero tregua… Quest’anno volevo cominciare qualche cura ricostituente, qualche pozione magica che impedisse alla mia bimba, ma anche a noi adulti, di ammalarci.

3D-ACTIMELx6-BIANCO

Read More

AlimentazioneFor Kids

Rose et Bleu la nuova collezione Suavinex

Ipoteticamente, data l’età di Sissi, dovremmo essere ormai “fuori dal giro” di ciucci, biberon and co… invece, siamo dentro più che mai dato che siamo ben lontani dall’abbandono del ciuccio (anche se ultimamente l’utilizzo è davvero quasi solo notturno) e del biberon (utilizzato principalmente a colazione e talvolta di sera prima della nanna).

Insomma, dato l’uso precoce di ciucci e biberon fin dai primi mesi ed il successivo protratto utilizzo, possiamo vantare una buona esperienza nel campo! Non so quanto sia giusto, non sto neanche a raccontarvi la mia esperienza sofferta e dolorosa con l’allattamento al seno (ma se volete leggerla, è in questo articolo), ma vi assicuro che Sissi è una bimba serena, è cresciuta nella norma e si ammala tanto quanto i suoi amici… quindi, consapevole della mia esperienza, regalo spesso anche ciucci e biberon.

Quando devo fare un pensiero per un neonato, in linea di massima mi piace regalare cose utili ma al tempo stesso fashion, con quel qualcosa fuori dal comune che so che fa piacere ad ogni neo-mamma. La nuovissima linea Rose et Bleu di Suavinex rispecchia proprio questa caratteristica: trasforma i comuni accessori kids in piccoli lussi per l’utilizzo quotidiano, con un design sempre creativo e all’avanguardia.

DSCF6766

Read More