Lifestyle

I momenti di relax che ogni mamma merita hanno il sapore della natura

Buzzoole

I momenti che dedichiamo solo a noi quando diventiamo mamme sono davvero pochi: all’arrivo di un bebè ognuna nella propria quotidianità – chi mamma casa, chi mamma e lavoratrice, chi mamma e libera professionista – trova una sorta di “sconvolgimento” che può (e deve, a mio avviso) trovare un nuovo ordine ed equilibrio.
Senza rinunciare a nulla.
Equilibrio non significa sposare la teoria assolutamente – e facilmente – femminista del “mi sono capitati dei figli ma io continuo ad essere quella che ero prima di averne” e nemmeno annullarsi completamente per i figli.

Equilibrio significa prendersi anche del tempo per se stesse: lo scrivo spesso quando vi parlo di beauty.

Prendersi cura di noi stesse ci fa sentire ancora donne, ancora belle (magari nonostante quel chiletto in più post gravidanza), ancora persone che rispettano se stesse.
È qualcosa che raccomando sempre e soprattutto alle neo-mamme, che magari spesso non vedono la luce dal tunnel colichette-mastiti-notti insonni

Oggi, complice la stagione invernale, voglio suggerirvi una pausa serale, rilassante per sensi e mente.

Se non amate troppo creme e cremine di sera (ma dovreste!), un momento di relax tutto vostro può essere una bella tisana calda, o un infuso o una camomilla.
Preparatela senza fretta, rendete il VOSTRO MOMENTO carino, delizioso, profumato.
Coccolatevi come io ho cercato di fare con l’infuso Uva Nera e Fragola Bonomelli.
Bonomelli fa parte della storia di tutti noi, fin da piccoli: chi non ricorda una tazza di camomilla Bonomelli? Sapevate che la lunga e ricca storia di Bonomelli inizia addirittura nel 1908? Allora l’appena ventenne e intraprendente Luigi Amedeo Bonomelli diede vita alla produzione di liquori e sciroppi nei laboratori di Viale Piceno a Milano.
Bonomelli ovviamente non è solo camomilla, ma anche infusi e tisane composti da una miscela di erbe che, assieme ad uno stile di vita sano e ad una dieta varia ed equilibrata, sono la pausa perfetta per la nostra quotidianità.
Infusi e tisane donano una pausa relax i cui benefici non sono solo a livello di umore: si aggiungono tante sensazioni fisiche come la vista e l’olfatto, che ci rilassano e ci fanno sentire in armonia con la natura e con noi stesse ancora prima di degustare la bevanda che abbiamo scelto.
Aggiungete una copertina e un buon libro o una rivista… e il relax è garantito.
Lifestyle

Ora solare 2016: come affrontare il jet-lag da cuscino 

Dormire bene fa vivere meglio. Se siete mamme probabilmente non dormite benissimo… dalla gravidanza!

Qualcuno mi disse che l’ansia del genitore cominciava con il test di gravidanza… e in effetti aveva ragione! Notti insonni per i malanni, notti di ansia per il terremoto o notti di poppate e malattie esantematiche… Ci abituiamo a dormire meno, il nostro sonno si fa meno profondo e nonostante ciò tutto ha un suo equilibrio. Precario, ma c’è!

In periodi delicati come quello del ritorno all’ora solare 2016, atteso tra la notte di sabato 29 e domenica 30 ottobre, quando le lancette dell’orologio dalle 3.00 torneranno a posizionarsi sulle 2.00, il nostro orologio interno biologico fa fatica a capire cosa accade proprio come in un jet-lag.

dorelan_orasolare

Ecco un decalogo di consigli da esperto, tratti dalla “Piccola Guida al Benessere del Sonno” che Dorelan ha deciso di pubblicare per l’occasione. Per non farsi sopraffare dall’effetto jet lag e continuare (o iniziare) a dormire sonni tranquilli.

Secondo la World Association of Sleep Medicine, il sonno è la migliore medicina della salute.

Per questo Dorelan ha scelto di pubblicare la sua “Piccola Guida al Benessere del Sonno” proprio in un momento dell’anno particolarmente delicato, come quello del ritorno all’ora solare, spesso causa di irritabilità, cambi di umore, incapacità di concentrazione ma, soprattutto, di disturbi e alterazioni del ciclo del sonno.

Ecco un sunto con 10 consigli da esperto per dormire bene e vivere meglio.

 1) Scegliere il cuscino giusto

Per chi dorme in posizione supina: cuscini troppo alti creano tensione ai muscoli del collo e un peso eccessivo sulle vertebre dorsali. Se troppo bassi, causano la compressione delle vertebre cervicali e l’irrigidimento della muscolatura. Per chi dorme su un fianco, un cuscino non adatto costringerà la colonna a perdere la sua naturale linearità.

2) Essere regolari

Mantenere una continuità tra gli orari di riposo e quelli di risveglio è la base per il buon funzionamento dell’orologio biologico.

3) Coccolarsi con la giusta attività fisica

È un toccasana per il riposo, con l’accortezza di non cimentarsi in sport intensi che stimolino l’adrenalina nelle ore che precedono il sonno. Molto meglio preparare il corpo con posizioni particolarmente indicate di yoga o stretching serale.

4) Preferire cibi adatti a un buon riposo

Lo sono, ad esempio, il riso e l’orzo, le verdure in generale perché leggere – in particolare carote e pomodori –, il basilico che ha un effetto digestivo e rilassante e i latticini freschi. Meglio non assumere eccitanti, come caffè, tè, alcool e anche tabacco, almeno 4 ore prima di dormire.

5) Fare attenzione ai “riposini”

Possono essere traditori. Per un reale effetto benefico basta non oltrepassare la i 30 minuti.

6) Curare la qualità dell’ambiente

La salubrità della stanza in cui si dorme è fondamentale: deve essere preservata da ogni tipologia d’inquinamento indoor. È bene anche non eccedere con il caldo, ricordando che la temperatura ideale per dormire è tra i 18 e i 20°C. Non dimenticare infine di areare la camera almeno una volta al giorno, soprattutto se si soffre di allergie.

Fare attenzione anche all’umidità dell’aria (gli igrometri si reperiscono anche su Amazon a prezzi accessibili), che dovrebbe essere compresa tra X e y, soprattutto nella stagione invernale e in caso di malattie respiratorie. Se necessario, dotatevi di un umidificatore (noi abbiamo scelto questo a caldo di Chicco).

7) Mettere un freno allo stress

Un sonno sano inizia prima di essere sotto le coperte. Ci sono azioni che ne aiutano moltissimo la preparazione, come un bagno caldo, distendersi e rilassarsi, praticare la meditazione o, meglio ancora, inventarsi un personale rituale della buona notte.

8) Chiedere aiuto dalla natura

Favorire il rilassamento con tisane naturali: perfette quelle di camomilla, valeriana, fiori di biancospino o melissa. Ecco la mia tisana preferita: Lovely Night di Lov Organic

9) Non dimenticare la cromo e l’aromaterapia

I colori e i profumi hanno la loro importanza anche nel mondo notte. Meglio privilegiare le tinte blu, verdi e rosa; tra le fragranze, il gelsomino e la lavanda.

10) Dire “buonanotte” alla tecnologia

La stanza da letto è un guscio di relax e intimità, non un prolungamento del salotto o dell’ufficio. Imparare ad abbondonare cellulari, Tv, videogiochi, aiuta a godere, senza strumenti esterni, del benessere che deriva da un riposo di qualità.

dorelan_orasolare-2

Lifestyle

Un buon caffè: sessanta chicchi in ogni tazza, secondo Beethoven

Buzzoole

Ah! Come è dolce il sapore del caffè! Più dolce di mille baci, più dolce di un vino moscato.
(da “la Cantata del caffè” di J.S.Bach)

Il risveglio alla mattina con quel delizioso aroma di caffè che invade la casa è uno dei ricordi della vita in famiglia che sicuramente portiamo dentro come figli e che spero di trasmettere alla mia bambina. Piccoli gesti quotidiani e una cultura, quella del caffè espresso all’italiana, riconosciuto in tutto il mondo da coloro che amano la qualità dei sapori.Read More

BeautyFor moms

Un sollievo per gli occhi secchi che bruciano: Iridina spray

Buzzoole

Spesso in viaggio, complice l’aria condizionata di auto e aereo, da buona portatrice di lenti a contatto, mi trovo ad avere occhi secchi che bruciano. Sono tanti i fattori che concorrono a questo fastidio:  smog, troppe ore davanti al pc, sole, salsedine, cloro in piscina, sabbia al mare…

Normalmente porto con me delle gocce oculari umettanti, ma è piuttosto scomodo (e poco igienico) riuscire a metterle per donare sollievo in qualsiasi evenienza.

Ho così trovato in Iridina spray il nuovo e pratico gesto quotidiano per dare un rapido sollievo agli occhi secchi e arrossati: è molto comodo perchè si spruzza sugli occhi chiusi tutte le volte che vogliamo, anche più volte al giorno e senza dover togliere le lenti a contatto.

E se ho un bel trucco occhi? Niente paura, Iridina spray non fa colare il trucco (ma in estate è comunque meglio un trucco waterproof)!

I componenti di Iridina spray sono naturali e si trovano in due versioni: per occhi secchi e stanchi, con estratto di Shiso che idrata anche il controno occhi, oppure per occhi rossi e irritati, dove gli estratti di tè verde e tè nero proteggono dallo stress ossidativo.

Completano la formula di Iridina Spray: i liposomi, che integrano lo strato lipidico della rima palpebrale, le vitamine A, dalle proprietà emollienti, ed E, antiossidanti, ed infine l’acido ialuronico, con elevate proprietà idratanti e lubrificanti che aiuta a ristabilire il film lacrimale.

Iridina Spray va spruzzato solo su occhi chiusi, agitato prima di ogni utilizzo e spruzzato da una distanza di almeno 10 cm. Si può acquistare in farmacia e parafarmacia.

Lifestyle

Una soluzione non-invasiva per monitorare i livelli di glucosio

Buzzoole

A volte capita di avere un familiare che soffre di diabete o, peggio, si scopre improvvisamente che qualcuno in famiglia soffre di diabete e gestire le cure non è molto semplice, soprattutto nel caso in cui si rende necessario l’utilizzo giornaliero degli apparati per misurare la glicemia.

couple-Sénior

Qualche dato

Secondo i dati Istat, al 2011 sono quasi 3 milioni le persone che soffrono di diabete in Italia: il 4,9% della popolazione, con valori maggiori al Sud (900 mila diabetici) e a seguire Nord-ovest (650 mila), Centro (600 mila), Nord-est (450 mila) ed Isole (350 mila).

La misura della glicemia e qualche novità

Gestire il diabete richiede un costante impegno: sia dal punto di vista economico (apparecchi per la misura, ricambi) sia dal punto di vista psicologico (invasività della puntura al dito, necessità di portare l’apparato dietro e misurare, se c’è la necessità, anche in pubblico).

In occasione del 26esimo congresso Nazionale della Società Italiana Diabetologia a Rimini, tenutosi dal 4 al 7 Maggio 2016, è stato presentato GlucoTrack DF-F, un nuovo dispositivo ad alta tecnologia che ha suscitato grande interesse in quanto apre opportunità ad una misurazione totalmente è realmente non invasiva della glicemia, senza punture e senza fastidio per il paziente.

Mains-1-v1-mg

GlucoTrack DF-F, un nuovo dispositivo che permette alle persone con diabete di tipo 2 e prediabete (con età superiore ai 18 anni) di misurare i livelli di glucosio senza l’utilizzo di sangue. Una comoda clip con sensori viene applicata al lobo dell’orecchio o al palmo della mano: il livello di glucosio viene calcolato in base alle rilevazioni effettuate dai sensori e visualizzato su un dispositivo dalle dimensioni di uno smartphone, con ampio display touch screen a colori, con istruzioni e  risultati anche in forma vocale.

Fille_HD

GlucoTrack DF-F, aiuta il paziente a migliorare la gestione del diabete e a tenere costantemente sotto controllo la propria emoglobina glicata. Sviluppato da Integrity Applications, utilizza una combinazione brevettata di tre tecnologie: elettromagnetica, ad ultrasuoni e termica, e attraverso criteri distinti, correlati e compensati da un esclusivo algoritmo, fornisce una misurazione accurata della glicemia.

gt

GlucoTrack DF-F è pensato per misurazioni spot, quantitative e non invasive dei livelli di glucosio per uso domestico: ha un range di misurazione di 70-500mg/dl. Quando vengono rilevati valori al di sotto (ipoglicemie) o al di sopra (gravi iperglicemie) delle soglie del range, Glucotrack lo segnala e chiede al paziente di effettuare una misurazione con un altro strumento in grado di rilevarle (anche con un classico glucometro).

Montage-Glucotrack_Écran-1-mg

Travel

The Best Wellness Projects: 4 Spa in Tirolo da sogno da regalare a Natale

«Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce», Blaise Pascal

Dal lago alla montagna, dall’Italia all’estero, una selezione delle migliori referenze per il settore contract firmate da Starpool, azienda made in Italy, da 40 anni specializzata in progettazione, realizzazione e servizi per centri benessere e Spa. Ecco delle idee regalo per un Natale pieno di relax e benessere.

Alpenhotel – Seefeld (Austria)

Fa parte del gruppo Kaltschmid, da oltre 50 anni leader del settore hotellerie, l’austriaco Alpenhotel. Fall in love: crea un romantic resort unico nel suo genere, dove tutto – dalle suite ai servizi alla spa – è pensato per due. “Cuore pulsante” del progetto, la Spa Black Crystal e la Lovers Spa a firma Starpool: social spa e personal spa che mettono a disposizione romantiche esperienze di benessere.

Starpool_Alpen_pool
Credito fotografico: Wolfgang Alberty
Credito fotografico: Wolfgang Alberty
Credito fotografico: Wolfgang Alberty

Alpenhotel Seefeld … Fall In Love ****
Dorfplatz 28 – AT-6100 Seefeld / Tirol
Tel. +43 (0)5212 2191
Fax +43 (0)5212 2191 – 116
[email protected]
www.alpenlove.at

 

Lido Palace – Riva del Garda (TN)

1_08

Il Lido Palace è l’unico 5 stelle lusso del Trentino, affiliato The Leading Hotels of the World. Spicca nel progetto di ristrutturazione, firmato nel 2011 dallo Studio Cecchetto, la CXI Spa: 1.500 metri quadrati realizzati con la consulenza di Starpool. Qui trovano spazio, accanto alla vera area benessere, due piscine, una co­perta e una scoperta in continuità tra loro, e una palestra attrezzata. Al suo interno: sauna, bagni di vapore, bagno mediterraneo e di tepore, tutti in korakril e vetro bianco; riposo del sale con lettini Wave relax e la parete in sale più grande mai realizzata da Starpool, con una base di 8,75 metri lineari.

Hotel Lido Palace
Hotel Lido Palace

Lido Palace
Via Giosuè Carducci, 10
38066 – Riva del Garda (TN)
T. +39 0464 021899
www.lido-palace.it

Rosapetra Spa Resort – Cortina d’Ampezzo (BL)

Starpool_RosapetraSpaResort

Tra i “giganti rosa” delle Dolomiti ampezzane, patrimonio naturale dell’Umanità UNESCO, in una natura generosa e di emozionante bellezza, nasce l’essenza e, da qui, il nome, di Rosapetra Spa Resort. E’ il più recente hotel di Cortina d’Ampezzo ad aver conquistato la quinta stella. Tradizione alpina, innovazione tecnologica, eco-sostenibilità e massima attenzione al servizio s’incontrano soprattutto, nella suggestiva Spa a marchio Starpool, selezionata nel 2014 tra le 100 Top Spa in Italia, e attrezzata con l’innovativo metodo Spa System.

Rosapetra Spa Resort
Zuel di Sopra N° 1
32043 Cortina d’Ampezzo (BL)
+39 0436 869062
www.rosapetracortina.it

Hotel Garni Fimba – Ischgl (Austria)

Starpool_Fimba_Esterno_1

Affacciato sul comprensorio sciistico Silvretta e sulla vivace cittadina austriaca, l’austriaco Hotel Garni Fimba è un connubio perfetto di modernità e classico stile alpino. Tra i plus, la Sky Spa (progetto di Thomas Ladne) che, nei suoi 155 metri quadrati di spazio all’ultimo piano della struttura, unisce sperimentazione, innovazione, alta tecnologia e ridotto impatto ambientale. La luce che entra dai lucernari illumina naturalmente la zona wellness, mentre dalla terrazza la vista può spaziare sull’incantevole panorama tirolese.

Hotel Garni Appartement Fimba
Familie Gernot ALOYS
A-6561 Ischgl | Eggerweg 15, Austria
+43 (5444) 5240 | F. +43 (5444) 52166
[email protected]
www.fimba.at

Lifestyle

iLife: l’assicurazione sulla vita che si prende cura anche di noi

Buzzoole

Conoscete Genertel? Genertel è la Compagnia assicurativa diretta di Generali Italia, la prima assicurazione ad aver introdotto nel nostro Paese la vendita di polizze al telefono e, dal 1996, anche online. Insieme a Genertellife, costituisce l’unico polo assicurativo vita e danni dedicato ai canali diretti e alternativi.

Con Genertel ho stipulato da tempo l’assicurazione auto, ma ieri ho conosciuto iLife, “la prima assicurazione sulla vita che si prende cura di te e dei tuoi cari”.

Assicurarsi sulla vita?

Non ci avevo mai pensato, onestamente. Siamo giovani e, sicuri della nostra giovane età, crediamo che il momento della fine della nostra vita sia sempre molto lontano. MA le disgrazie possono accadere, purtroppo, a chiunque e da quando sono mamma ho cominciato a pensare che un’assicurazione sulla vita fosse indispensabile. Ovviamente un capitale, per milionario che esso sia, non potrebbe mai supplire la mancanza di un genitore (almeno spero… vero, Sissi?), ma onestamente credo anche che un importo a beneficio di chi rimane possa aiutare a superare le difficoltà contingenti nel momento della disgrazia.

Quindi, sì: abbiamo deciso di assicurarci entrambi con Genertellife.

File 12-11-15, 23 19 00

Read More