Books for MomsFor moms

Duemila motivi per amare la lettura: i miei pensieri e una nuova collana di libri da non perdere

Buzzoole

Amo leggere, da sempre. Penso che la passione per la lettura si apprenda da piccoli, ma soprattutto che si trasmetta di genitore in figlio. E’ quello che è accaduto a me: i miei genitori hanno una splendida biblioteca (2 pareti lunghissime da pavimento a soffitto piene di libri, di ogni genere) e nei miei ricordi da bambina ho sempre visto mio padre e mia madre con un libro sul comodino o nelle domeniche uggiose sul divano con un libro in mano. A casa nostra è abitudine regalarsi libri: e non solo regali di ripiego, ma sono davvero doni desiderati e bene accetti.

Sono convinta che la lettura sia un punto di partenza per aprire la mente, ma che poi siano i propri passi a dover percorrere il cammino dell’apertura mentale, viaggiando, conoscendo persone diverse e con loro confrontandosi. Sono convinta che per imparare bene una lingua di debba leggere in quella lingua: nella mia personale biblioteca (una parete del mio studio in cui giacciono libri letti e parcheggiati in seconda – e anche in terza – fila) ci sono tanti libri in spagnolo e in inglese, che conservo con affetto e una sorta di gelosia.

Posseggo anche un Kindle, in cui ho circa 150 libri, letti e da leggere. Un Kindle che ha un valore affettivo per me: abitavamo a Cambridge e in Italia ancora non era in vendita. In quel periodo di molti aerei e tanti viaggi è stato un compagno fedele, che continuo ad usare sempre in viaggio, MA… per me il vero libro è cartaceo. Amo fare le orecchie nei punti che mi piacciono (non sottolineo perchè non amo sporcare i libri), amo sfogliare e annusare la carta. Amo anche i libri antichi, comprati in lingua a Londra così come a Parigi nei vari negozi di antiquario. Mio marito ricorda ancora il tragitto lunghissimo attraverso il centro di Edimburgo a cui fu costretto per placare il mio desiderio di visitare una certa libreria…

Sissi ha una libreria davvero grande e variegata: per tipologie e lingue (dall’olandese allo spagnolo, passando per il francese e lo svedese). Ha tanti libri, che ho cercato di dividere per tipo (commerciali, educativi, per giocare, per riflettere) e che presto dovranno essere sistemati diversamente perchè comincerà a leggere… penso però di averle già trasmesso l’amore e il rispetto per i libri, che sono ormai per lei quasi degli amici – non solo della buonanotte, ma anche per comprendere determinate situazioni o sentimenti.

In quanto a gusti sulla lettura, beh… ognuno ha le proprie passioni. Non posso certo dire di amare i gialli, ho avuto il mio periodo dei classici greci e latini (terminato), amo in generale la narrativa, in particolare i classici inglesi, e i pezzi teatrali (da Goldoni a Cechov). Ho i miei autori preferiti (Coelho e Garcia Marquez) e libri preferiti (non necessariamente di questi autori) che leggerei e rileggerei almeno altre mille volte.

Mi sono però accorta che possediamo pochi libri culto degli ultimi anni: ci ho riflettuto quando ho letto la notizia della nuova collana “Duemila”, in edicola ogni Sabato, con La Repubblica e L’Espresso. La collana comprende tutti i grandi romanzi del 2000 destinati a diventare dei grandi classici di domani.

La collana Duemila: i miei preferiti

Sono tutti libri intensi, con storie coinvolgenti e personaggi indimenticabili. Tutti libri amati e premiati, da cui spesso sono anche stati tratti dei film. Un totale di 36 uscite, che comprendono premi Nobel come Pamuk (Istanbul) e Munro (Nemico, amico, amante…) e autori come Carrère, Franzen, Grossman, Murakami e Saviano fino ad arrivare a “Fight Club” di Palahniuk.

Proprio guardando a questo link il piano dell’opera della collana “Duemila” ho trovato alcuni titoli imperdibili come Niccolò Ammanniti (Ti prendo e ti porto via) o Margaret Mazzantini (Non ti muovere – a proposito ricordate il film di e con Sergio Castellitto e Penelope Cruz?) o ancora Carlos Ruiz Zafon (L’ombra del vento – e vi consiglio davvero tutti i libri di questo autore!). 

L’appuntamento con “Duemila” è tutte le settimane in edicola, ogni Sabato, con La Repubblica e L’Espresso, a soli 9,90€ oltre il prezzo del quotidiano.

BooksFor Kids

Micuento: da oggi Il Piccolo Principe ha il nome della mia bambina

el-principito

HABLAS ESPAÑOL? Pincha AQUI para leer en tu idioma!

Personalizar libros infantiles en los que los niños se convierten en protagonistas de la historia: esta es la propuesta de www.micuento.com, startup nacida en Barcelona, pionera en trabajar con clásicos de la literatura.

Tras alcanzar un acuerdo con el propietario de ‘El Principito’ (Le Petit Prince), el sobrino nieto del autor (Antoine de Saint-Exupéry 1900-1944), Micuento.com innova con la adaptación personalizada de esta novela publicada en 1943 y que se ha convertido en el libro francés más leído y traducido de todos los tiempos. En el año 2012 contaba con traducciones en más de 250 idiomas y dialectos, siendo uno de los pocos libros modernos que se ha traducido al latín.

Con su oferta, Micuento.com propone herramientas que fomenten la lectura y a la vez refuercen la interacción entre padres e hijos. “¿A qué niño no le gustaría ser el protagonista de uno de los clásicos más bonitos de la historia?”, argumentan los responsables de esta plataforma online. El Principito sale a la venta el 12 de septiembre.
“La historia – explican – se personaliza con la foto y los datos del niño para que se sumerja en primera persona en el cuento siendo él el protagonista”. La personalización del cuento se encarga online en www.micuento.com

Micuento.com es la primera compañía de personalización de libros que ofrece las adaptaciones tanto en castellano como en catalán. Están presentes en España y México y prevén llegar, a medio plazo, a EEUU y Europa.
Entre sus títulos se encuentran obras de creación propia para niños de entre 0 y 9 años, como ‘Mirar las nubes’, ‘El dragón de las estrellas’, ‘El niño que quiso cazar al sol’, ‘El secreto del viento’, ‘Buenas noches estrella fugaz’ y ‘Te quiero tanto, papá’. Entre los cuentos clásicos destacan ‘Blancanieves y los siete enanitos’, ‘Los tres cerditos’, ‘El patito feo’, ‘Caperucita Roja’. Y la gran apuesta de este año es la primera versión personalizada del gran clásico ‘El Principito’ en el mundo.

Chi non conosce “Il Piccolo Principe”? Letto dai piccini e studiato anche dai grandi per i suoi contenuti profondi e filosofici, dal 12 settembre grazie ad una start-up di Barcellona diventa personalizzabile.

La prima versione personalizzata de ‘Il Piccolo Principe’ al mondo

Micuento ha creato un adattamento del libro in cui i bambini diventano i veri protagonisti della storia.

Dopo aver raggiunto un accordo con il proprietario del ‘Il Piccolo Principe’ (Le Petit Prince), il nipote dell’autore (Antoine de Saint-Exupéry 1900-1944), Micuento lancia l’adattamento personalizzato di questo libro pubblicato nel 1943 e diventato il libro francese più letto e tradotto di tutti i tempi.Tradotto in oltre 250 lingue e dialetti, è uno dei pochi libri moderni che sono stati tradotti in latino.

Micuento.com propone strumenti che favoriscono la lettura e al tempo stesso rafforzano l’interazione tra genitori e figli.

Quale bambino non vorrebbe essere il protagonista di uno dei più bei classici della storia?
La storia è personalizzabile con la foto e i dati da bambino, tutto realizzato online  su www.micuento.com

Micuento.com è la prima società che offre adattamenti personalizzati di un libro sia in castigliano che in catalano.
Tra i titoli sono presenti opere di propria creazione per i bambini tra 0 e 9 anni, oltre a grandi classici come Biancaneve e i sette nani, Il brutto anatroccolo, I tre porcellini, Cappuccetto Rosso.

E voi, quale storia scegliereste?

BooksFor KidsKids fashionKids outfits

Giochi all’aria aperta per bambini: un pomeriggio in campagna

L’umanità che si rivela in tutto il suo splendore intellettuale durante la dolce e tenera età dell’infanzia dovrebbe essere rispettata con una sorta di venerazione religiosa. E’ come il sole che appare all’alba o un fiore appena sbocciato. (Maria Montessori)

In un pomeriggio estivo, caldo ed afoso, abbiamo deciso di dimenticare il mare e dirigerci in campagna, organizzare un barbecue e trascorrere qualche ora nella natura e immersi nel verde.

Quasi in isolamento tecnologico, con poca connessione per telefono e tablet, l’unico compagno tecnologico del nostro pomeriggio  stato Nemo.

Quali giochi all’aria aperta per bambini si possono organizzare?

Con Sissi siamo tornati indietro nel tempo, ai nostri giochi da bambini, e stupisce vedere come, nonostante siano nativi digitali attratti sempre da tecnologia e modernità, i bambini di oggi amino moltissimo i giochi semplici e molto dinamici di una volta.

Unduetrestella, campana, una caccia al tesoro improvvisata, il gioco degli esploratori, acqua fuoco fuocherello, i quattro cantoni… ci siamo divertiti davvero, senza bisogno di oggetti (nella caccia al tesoro abbiamo addirittura usato le foglie!).

Poi quando abbiamo trovato le more, l’emozione di poter raccogliere il frutto da sè è diventato davvero qualcosa di indimenticabile per Sissi.

ok Foto 30-07-16, 17 35 25

ok Foto 30-07-16, 17 35 51

ok Foto 30-07-16, 17 37 44

ok Foto 30-07-16, 17 34 26

ok Foto 30-07-16, 17 39 01

ok Foto 30-07-16, 17 42 32

Top Malvi&Co

Shorts Malvi&Co

Socks H&M

Sneakers Bensimon

Per chi non li ricordi o non li conosca, ecco qualche manuale di giochi all’aria aperta per bambini:

71esBHPBVNL

71pIVcLeT6L

Books for MomsBrandsOnline shopsRiflessioni

Mr Wonderful, la Spagna, le lingue, Natale

Se non avessi studiato ingegneria, avrei studiato lingue. O avrei fatto la scrittrice. O magari la reporter di viaggi. La vita ti dà un lavoro ed una professione, ma le passioni rimangono. E in qualche modo si coltivano (e questo blog ne fa parte), continuano a nutrire la tua essenza più profonda anche quando il tuo lavoro ti impegna al 100%, anche quando i pensieri della quotidianità spostano l’attenzione su altre cose.

Si no hubiera estudiado ingeniería, habría estudiado idiomas. O habría hecho la escritora. O tal vez la reportera de viajes. La vida te da un trabajo y una profesión, pero las verdaderas y profundas pasiones quedan. Y de alguna manera crecen (y este blog es parte de ellas), alimentando a su esencia más profunda, incluso cuando tu trabajo te tiene comprometida al 100%, incluso cuando tus pensamientos de todos los días se fijan en otras cosas.

DSCF5333

Read More

BooksBooks for Moms

Girl to Girl – Preadolescenza

Tante delle mie amiche hanno bimbe un po’ più grandi di Sissi (9/10 anni) e sembra (come sempre accade nei confronti generazionali) che siano molto più “sveglie” di noi alla loro età, molto più grandi ed in qualche modo anche più consapevoli del fatto che stanno crescendo e che tra non molto saranno delle stupende ragazze adolescenti… Insieme a loro mi voglio preparare per questa fase della vita delle nostre bambine con un libro…

DSCF2586

Read More

Books

CHRISTMAS BOOKS FOR BBMAG.IT: il mio articolo

Cattura bbmag

DO YOU SPEAK ENGLISH? Click HERE for English text!

It’s with a little embarrassment ,emotion, but also satisfaction and pride that I announce my first article written for BBMag.it!

BBmag.it is an online magazine for moms, that is all the matters that may be of interest to a mom and is connected to Baby Bazaar, a store where you can sell everything you want for children, that at your home is unused and can instead be useful to other people !

My article covers a topic very dear to me: reading. I have already talked about my difficulty finding books really suitable for the age group of Sissi (here and here), so for BBMag I thought I’d write an article about Christmas books, all originals, all suitable for children 1 to 3 years, all perfectly suitable as a Christmas gift !

What are you waiting for? Take advice and run to the bookstore to buy a book for a child: there’s still time! It will be a welcome gift, which remains in time: just think that one day that child will look with affection to your gift, maybe re-read the dedication that you have written with love today and that will be read by his mother because he does not know yet read…

E’ con un po’ di imbarazzo, emozione, ma anche soddisfazione ed orgoglio, che vi annuncio il mio primo articolo scritto per BBMag.it!

BBmag è un vero e proprio magazine on line per le mamme, che tratta tutti gli argomenti che possono interessare una mamma ed è collegato a Baby Bazar, negozio di usato per bambini dove si può vendere tutto quanto ci rimane di inutilizzato e che può invece essere utile ad altre persone!

Il mio articolo riguarda un tema davvero a me caro: la lettura. Già vi ho parlato della mia difficoltà a trovare libri davvero adatti per la fascia di età di Sissi (qui e qui): per BBMag ho pensato di scrivere un articolo sui libri natalizi, tutti originali, tutti adatti a bimbi da 1 a 3 anni, tutti adattissimi come regalo di Natale! 20131223-161436.jpgCosa aspettate? Fatevi consigliare e correte in libreria per regalare un libro a un bimbo: c’è ancora tempo! E sarà un regalo gradito, che rimane nel tempo: pensate solo che quel bimbo un giorno guarderà con affetto questo vostro regalo, magari rileggerà la dedica che avete scritto con amore e che oggi verrà letta dalla sua mamma perchè non sa ancora leggere…