La nuova stagione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff è succulenta

Venerdì 29 marzo 2024, come di consueto, al via l’inaugurazione della nuova stagione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff.

Ogni anno, i Giardini di Castel Trauttmansdorff affrontano un tema botanico da trattare attraverso eventi, installazioni, stazioni interattive e visite guidate, dando vita ad una mostra temporanea. Negli anni precedenti, ad esempio, è stato approfondito l’argomento delle “piante profumate ed aromatiche”, delle “piante carnivore”, della “biodiversità” e del “giardino come luogo di benessere”. Per la stagione 2024 i riflettori saranno puntati sulle “succulente”, piante dall’aspetto bizzarro e variegato, con la capacità di immagazzinare l’acqua e di prosperare in luoghi molto aridi.

Un 2024… succulento!

Le succulente, infatti, sono in grado di utilizzare sorprendenti strategie di sopravvivenza in luoghi molto aridi e sono anche piante molto utili. Queste piante si presentano in modi differenti: spinose, costolate, pelose, ispessite, sferiche, piatte, colonnari…

L’esposizione temporanea “Succu…cosa?” dei Giardini di Castel Trauttmansdorff intende illustrare proprio l’incredibile diversità e le ingegnose tecniche di sopravvivenza sviluppate da queste piante; inoltre, viene presentata anche un’ampia gamma di piante succulente utili, che producono frutti deliziosi (ananas e papaya), sostanze curative (semprevivo maggiore e aloe), fibre resistenti (agave sisalana) e persino noti liquori (tequila).

I cactus sono probabilmente le piante succulente più conosciute, mentre che la vaniglia appartenga a questa categoria è un’informazione già meno nota. Interessante anche sapere che le fibre dell’agave sisalana possono essere impiegate per produrre bustine da tè e persino banconote.

Questa e tante altre curiosità saranno a disposizione dei visitatori dei Giardini di Castel Trauttmansdorff dal 29 marzo, tutti i giorni dalle 9 alle 19 (orario esteso alle 23 nei venerdì di giugno, luglio e agosto e ridotto dalla metà di ottobre fino alla chiusura) fino al 15 novembre.

Per ulteriori informazioni sui Giardini di Castel Trauttmansdorff: www.trauttmansdorff.it.

Paola Agostini (sissi_mum)

Founder, director and editor in chief at SissiWorld

Photographer

https://www.sissiworld.net/aboutme/

You May Also Like

Cosa fare a Pasqua a Merano

Idee viaggio primavera: Basilicata

Vivi il meglio dell’eleganza italiana: le ville più esclusive della Toscana

Mercatini di Natale in Val Gardena 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *