Alta_Badia_tradiziuns_by_Alex_Moling

Alta Badia estate 2023: vivere la montagna da vero “local”

La cultura e le tradizioni millenarie contraddistinguono i ladini, gli abitanti di queste valli. L’Alta Badia, nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, è un luogo autentico, dove queste tradizioni vengono ancora vissute nella quotidianità. 

Ritornano nell’estate 2023 i tanto attesi appuntamenti con Nos Ladins-Noi Ladini, che permettono di trascorrere qualche ora con gli abitanti del luogo, di modo da avvicinare il turista alla cultura e al modo di vivere locale. 

Alta Badia estate 2023: vivere la montagna da vero “local”

Nos Ladins – Noi Ladini è l’iniziativa che dà la possibilità alle persone che visitano l’Alta Badia di trascorrere qualche ora con gli abitanti del posto. Approfondire il proprio sapere su cultura, tradizioni e usanze del luogo di villeggiatura, regala un valore aggiunto, un arricchimento, che dona emozioni e ricordi indelebili. 

Sette storie e sette esperienze tutte da vivere, insieme ad un gruppo di ladini, accomunati da una profonda passione innata per la terra, dove sono nati e cresciuti. Saranno proprio loro i protagonisti indiscussi dell’iniziativa Nos Ladins-Noi Ladini dell’estate 2023, che dà la possibilità ai numerosi turisti che frequentano l’Alta Badia di diventare, per alcune ore, un vero local. I partecipanti potranno scoprire persone, luoghi e modi di fare che sono parte integrante della storia e della cultura dell’Alta Badia. Nessuno è in grado di far vivere queste esperienze in modo più intenso, di chi in questi posti ci vive. 

Anche per questa edizione non mancheranno personaggi nuovi, in grado di sollecitare ancora di più la curiosità dei partecipanti, attraverso le varie attività, proposte da giugno a settembre. 

TUTTI GLI APPUNTAMENTI Alta Badia estate 2023

NOVITÀ: UNA GIORNATA AL MASO

Trascorrere una giornata al maso insieme a Rosa e Tone è un’esperienza che riporta i partecipanti in un mondo antico, tenuto in vita da persone che amano la loro terra e la curano con tenacia e devozione. Rosa e Tone sono contadini alla vecchia maniera. Insieme gestiscono il maso di famiglia, uno dei più antichi dell’Alta Badia, risalente al 13°-14° secolo. Con semplicità trasmettono la passione per il lavoro che hanno sempre fatto e cioè quello di prendersi cura del territorio; un sentimento, che hanno tramandato anche ai quattro figli. Oltre a vedere all’opera i contadini, durante gli appuntamenti del 13 luglio e 24 agosto dalle ore 9.00 alle ore 13.00 si ha la possibilità di dare una mano a portare fuori gli animali dalla stalla oppure a tagliare l’erba con la falce. Al termine della mattinata, durante il pranzo, si possono assaggiare i piatti semplici, ma genuini della cucina ladina, preparati al momento da Rosa. 

NOVITÀ: LA PREPARAZIONE DEL MIELE

Il ruolo delle api è fondamentale non solo per la produzione alimentare, ma anche per l’ambiente, essendo responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta. Milio, per tanti anni maestro alle scuole elementari, durante gli appuntamenti del 3, 11 e 17 agosto e del 27 settembre, racconterà ai partecipanti tutto quello che c’è da sapere sulle api e su come producono il miele. Sarà interessante ascoltare varie nozioni sul mestiere dell’apicoltore e partecipare attivamente alla produzione del miele…e all’assaggio, per un’esperienza non solo istruttiva, ma anche gustosa. 

NOVITÀ: COME PARTECIPARE ED ESSERE PROTAGONISTI DELLA SFILATA DI FERRAGOSTO

La sfilata di Ferragosto è un appuntamento di lunga tradizione nella vita degli abitanti del paese di La Villa. L’evento nel centro del paese si svolge ogni anno il 15 agosto e prevede una sfilata a tema – la tematica di questa edizione è “in montagna” – organizzata dalle associazioni locali. Insieme a Daria, che da qualche anno è l’organizzatrice responsabile della sfilata, esperta di arte e usanze ladine, nonché curatrice di rubriche culturali per la redazione ladina della Rai, sarà possibile conoscere il dietro le quinte dell’evento, aiutare ad allestire uno dei carri i giorni prima della sfilata, per poi salirci e sfilare per il paese il giorno della manifestazione. 

PASSEGGIATA FILOSOFICA CON MICHIL COSTA

Michil Costa, presidente della Maratona dles Dolomites-Enel, nonché albergatore, pensatore e divulgatore, accompagnerà i partecipanti a Nos Ladins – Noi Ladini del 12 luglio in un’illuminante passeggiata filosofica. Cosa significa essere turisti oggi? Qual è il nostro rapporto con la natura? Siamo solo consumatori o possiamo contemplare nuovi concetti di accoglienza, basati su responsabilità, rispetto e sostenibilità? A queste e molte altre domande si potranno trovare risposte, passeggiando con Michil Costa, fautore di un nuovo modo di intendere l’ospitalità. 

OSSERVARE LA NATURA ATTRAVERSO UNA FOTOCAMERA 

Il 22 giugno, il 6 luglio, il 14 e il 28 settembre, insieme a Matteo, giovane fotografo escursionista e naturalista, e Giorgio, esperta guida alpina locale, si andrà alla scoperta di scenari inconsueti e memorabili da immortalare con l’obiettivo della fotocamera. Mentre Matteo dispenserà consigli su obiettivi, luce e inquadratura, Giorgio saprà far trovare i partecipanti nel posto giusto al momento giusto. L’itinerario cambierà per ogni appuntamento, spaziando da una piú tranquilla camminata al Gardenacia per ammirare il tramonto, ad una più adrenalinica arrampicata mattutina dal Boé sopra l’abitato di Corvara al Piz da Lech. 

DAL LAVORO NEI BOSCHI ALLA PASSIONE PER L’ARTE

Matthias è un ragazzo di 26 anni, operaio forestale di mestiere e scultore per passione. Il legno è 

indubbiamente il suo elemento. Nelle giornate del 18 e 31 agosto, i partecipanti a Nos Ladins– Noi Ladini avranno la possibilità di incontrare Matthias a casa sua per inoltrarsi nel bosco alla ricerca della materia prima: dei pezzi di legno. Questi verranno lavorati nel suo laboratorio, dove sarà possibile non solo osservare Matthias al lavoro ed ammirare le sue sculture, ma anche realizzare un’opera, partendo semplicemente da un pezzo di legno. 

PREPARARE IL BURRO COME UNA VOLTA

Marisa è una donna che dedica il suo tempo al lavoro al maso di famiglia, che gestisce da diversi anni con energia e passione. Durante gli appuntamenti del 5 luglio, 2 agosto e 6 settembre, Marisa insegnerà come preparare il burro con il latte fresco, in tutte le fasi produttive, dalla mungitura delle mucche, al risultato finale. Durante tutta la produzione si percepisce quanto siano importanti la tradizione e i valori di un tempo. 

EVENTO: MOMËNC LADINS – MOMENTI LADINI. UN’IMMERSIONE NEL MONDO LADINO DI UNA VOLTA

L’evento del 20 agosto si svolge a La Val, paesino dell’Alta Badia, che ha conservato gran parte della cultura contadina ladina. Si tratta di una sorta di caccia al tesoro, che prevede diverse stazioni da raggiungere, camminando attraverso le tipiche “viles”, i masi ladini. Ogni stazione permetterà ai partecipanti di imparare qualcosa di nuovo sulla cultura, sulle tradizioni e sulle pietanze ladine. Durante l’itinerario si incontreranno persone che abitano in questi luoghi, si potrà assistere allo sfalcio dei prati, alla produzione di prodotti latticini come il burro o il formaggio, oppure ancora all’intaglio del legno. Si potranno visitare le stalle dei contadini locali, i laboratori degli artigiani e degustare qualche piatto della cucina ladina, una cucina semplice ma genuina. Come per ogni caccia al tesoro che si rispetti si dovranno cercare uno ad uno tutti gli indizi che condurranno al tesoro. Per partecipare basta ritirare il proprio pacchetto di partenza all’ufficio informazioni di La Val, il giorno stesso dell’evento. 

Alta Badia estate 2023: come prenotare gli eventi

Le iscrizioni possono essere effettuate online sul sito www.altabadia.org, oppure contattando gli Uffici Turistici dell’Alta Badia. 

Uffici Informazioni Alta Badia Tel.: 0471/836176-847037 – Email: info@altabadia.org

Paola Agostini (sissi_mum)

Founder, director and editor in chief at SissiWorld

Photographer

https://www.sissiworld.net/aboutme/

You May Also Like

La nuova stagione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff è succulenta

Cosa fare a Pasqua a Merano

Idee viaggio primavera: Basilicata

Vivi il meglio dell’eleganza italiana: le ville più esclusive della Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *