Beauty trend 2021: skincare

Recentemente c’è stato un grande cambiamento nel settore della bellezza. Nell’ultimo decennio, più consumatori hanno cambiato l’approccio con cui vedono questo settore: si è passati dalla preoccupazione esclusiva per l’aspetto esteriore al dare la priorità alla salute e al benessere della pelle. Complice anche il 2020, si è notato un aumento delle vendite in prodotti di skincare a scapito di quelle di make-up.

Mentre i consumatori continuano a concentrare la loro attenzione sulla cura della pelle, ecco i 4 beauty trend 2021 per la skincare da conoscere SUBITO.

Beauty trend 2021: skincare

Cura della pelle personalizzata

Sono finiti i giorni in cui gli esperti di cura della pelle consigliavano una routine valida per tutti. La pelle di ogni persona è diversa e, quindi, richiede una routine che si adatti al meglio a ciascuna delle sue esigenze. Gli esperti di skincare raccomandano set personalizzati di prodotti e le aziende stesse ora si rivolgono ai consumatori su una base più personale.

Uno studio recente ha rilevato che il mercato globale della bellezza personalizzata dovrebbe crescere dagli attuali $38 miliardi a $72 miliardi dal 2019 al 2028.

I marchi di prodotti skincare cercano un vantaggio competitivo per soddisfare efficacemente questa tendenza: sarà fondamentale per le aziende ottimizzare l’esperienza del cliente riuscendo anche a far acquistare virtualmente i loro prodotti per la cura della pelle personalizzati. Sia il processo che il prodotto dovranno essere personalizzati.

Un esempio? Clinique iD: scegli tra tre formule base (l’iconica lozione idratante Dramatically Different, Oil-Control Gel o Hydrating Jelly) e cinque cartucce colorate, che affrontano problemi come il tono della pelle irregolare, la tonicità e le linee sottili. Lo trovi su Lookfantastic!

SkinCeuticals è da tempo un marchio di riferimento consigliato dai dermatologi di tutto il mondo e Custom D.O.S.E. (che sta per Diagnostic Optimization Serum Experience) è appunto il trattamento personalizzato: in 10 minuti, tu e un dermatologo potete preparare una formula personalizzata determinata da ben 85.000 algoritmi, con 48 possibili combinazioni di siero con ingredienti collaudati come acido glicolico, retinolo e niacinamide.

Scienza, intelligenza artificiale e lusso in parti uguali: Proven è nato da The Skin Genome Project, vincitore del MIT’s 2018 Artificial Intelligence Award, ed è stato sviluppato in collaborazione con S. Tyler Hollmig, capo della dermatologia estetica presso la Stanford University. Dopo aver risposto a un ampio questionario, vengono determinati un detergente, una crema idratante con SPF e una crema da notte apposta per te.

Clean beauty

La pandemia influenzerà parecchi beauty trends 2021 e uno di queste sarà sicuramente la “bellezza pulita”. Il 2020 ha riportato in auge il parere dell’esperto, di divulgatori e scienziati, e questo ha cambiato l’opinione dei consumatori nella scelta di chi possono fidarsi.

Le persone sono ora alla ricerca di prodotti che abbiano ingredienti naturali ma anche clinici (scientificamente provati), che possano essere supportati da prove che ciò che dicono di poter fare effettivamente funziona.

Trattamenti contro la Maskne

Nel mondo della bellezza, il termine Maskne è stato uno dei più grandi argomenti di discussione del 2020. Molte persone che non avevano mai pensato alla cura della pelle o non avevano mai avuto problemi di pelle hanno iniziato a notare un aumento degli sfoghi e dell’irritazione della pelle con l’uso quotidiano di mascherine per il viso. Per questo motivo, molti trattamenti si concentreranno principalmente sulla riduzione degli sfoghi e dell’irritazione, sul trattamento dell’iperpigmentazione e sulle cicatrici create dall’uso di maschere.

Tra i prodotti validi, sicuramente la linea Cicapair di Dr.Jart al Tiger Grass, l’intera linea Evercalm di REN e la linea Rosehip di Pai Skincare.

Alternative al retinolo più delicate

Il retinolo continuerà ad essere uno degli ingredienti preferiti nel 2021 grazie ai suoi numerosi benefici. L’uso del retinolo può infatti aumentare la produzione di collagene e il rinnovamento delle cellule della pelle, aiutare a curare l’acne, diminuire i pori dilatati, ridurre al minimo le linee sottili e le rughe e uniformare il tono della pelle.

Molte persone hanno però paura di provare questo potente ingrediente a causa del timore di irritare la pelle: è qui che entrano in gioco le alternative più delicate. Esistono eccellenti antiossidanti e alternative vegetali che aiutano ugualmente a contrastare alcuni problemi della pelle: ad esempio, il bakuchiol è un efficace ingrediente naturale estratto dai semi e dalle foglie della psoralea corylifolia, una pianta che cresce in India e che ha tutte le proprietà del retinolo, ma più delicato (lo trovi nel nuovo siero di Balance Me Skincare).

Huile Jeunesse Divine di L’Occitaine usa il super estratto di Immortelle, altra alternativa naturale al retinolo: questo olio multiuso per il viso con il 98% di ingredienti naturali sfida i segni visibili dell’invecchiamento, aiuta a nutrire la pelle in modo intenso e dona uniformità all’incarnato.

Anche Medik8 Bakuchiol Peptides è un siero leggero a base di olio che sfrutta la concentrazione dell’1,25% di bakuchiol. Lo trovi su Amazon e puoi completare la beauty routine del marchio.

Paola Agostini (sissi_mum)

Founder, director and editor in chief at SissiWorld

Photographer

https://www.sissiworld.net/aboutme/

You May Also Like

Traiettorie Liquide: Federica Brignone e Bioclin per la pulizia di un fiume contro l’inquinamento

Moda sostenibile: a Roma Phygital Sustainability Expo

Pixi Beauty On the Glow Blush: recensione e swatches

Da green beauty a clean beauty: l’evoluzione etica della sostenibilità nella cosmesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *