Il segreto della felicità: vivere l’Hygge a Copenhagen

La Danimarca domina da oltre 40 anni il World Happiness Report, la classifica dei Paesi più felici stilata ogni anno dall’ONU. Ma come fanno i danesi essere così felici?

Continua a leggere Il segreto della felicità: vivere l’Hygge a Copenhagen

Duemila motivi per amare la lettura: i miei pensieri e una nuova collana di libri da non perdere

Amo leggere, da sempre. Penso che la passione per la lettura si apprenda da piccoli, ma soprattutto che si trasmetta di genitore in figlio. E’ quello che è accaduto a me: i miei genitori hanno una splendida biblioteca (2 pareti lunghissime da pavimento a soffitto piene di libri, di ogni genere) e nei miei ricordi da bambina ho sempre visto mio padre e mia madre con un libro sul comodino o nelle domeniche uggiose sul divano con un libro in mano. A casa nostra è abitudine regalarsi libri: e non solo regali di ripiego, ma sono davvero doni desiderati e bene accetti.

Sono convinta che la lettura sia un punto di partenza per aprire la mente, ma che poi siano i propri passi a dover percorrere il cammino dell’apertura mentale, viaggiando, conoscendo persone diverse e con loro confrontandosi. Sono convinta che per imparare bene una lingua di debba leggere in quella lingua: nella mia personale biblioteca (una parete del mio studio in cui giacciono libri letti e parcheggiati in seconda – e anche in terza – fila) ci sono tanti libri in spagnolo e in inglese, che conservo con affetto e una sorta di gelosia.

Posseggo anche un Kindle, in cui ho circa 150 libri, letti e da leggere. Un Kindle che ha un valore affettivo per me: abitavamo a Cambridge e in Italia ancora non era in vendita. In quel periodo di molti aerei e tanti viaggi è stato un compagno fedele, che continuo ad usare sempre in viaggio, MA… per me il vero libro è cartaceo. Amo fare le orecchie nei punti che mi piacciono (non sottolineo perchè non amo sporcare i libri), amo sfogliare e annusare la carta. Amo anche i libri antichi, comprati in lingua a Londra così come a Parigi nei vari negozi di antiquario. Mio marito ricorda ancora il tragitto lunghissimo attraverso il centro di Edimburgo a cui fu costretto per placare il mio desiderio di visitare una certa libreria…

Sissi ha una libreria davvero grande e variegata: per tipologie e lingue (dall’olandese allo spagnolo, passando per il francese e lo svedese). Ha tanti libri, che ho cercato di dividere per tipo (commerciali, educativi, per giocare, per riflettere) e che presto dovranno essere sistemati diversamente perchè comincerà a leggere… penso però di averle già trasmesso l’amore e il rispetto per i libri, che sono ormai per lei quasi degli amici – non solo della buonanotte, ma anche per comprendere determinate situazioni o sentimenti.

In quanto a gusti sulla lettura, beh… ognuno ha le proprie passioni. Non posso certo dire di amare i gialli, ho avuto il mio periodo dei classici greci e latini (terminato), amo in generale la narrativa, in particolare i classici inglesi, e i pezzi teatrali (da Goldoni a Cechov). Ho i miei autori preferiti (Coelho e Garcia Marquez) e libri preferiti (non necessariamente di questi autori) che leggerei e rileggerei almeno altre mille volte.

Mi sono però accorta che possediamo pochi libri culto degli ultimi anni: ci ho riflettuto quando ho letto la notizia della nuova collana “Duemila”, in edicola ogni Sabato, con La Repubblica e L’Espresso. La collana comprende tutti i grandi romanzi del 2000 destinati a diventare dei grandi classici di domani.

https://youtu.be/1HsIZwEyStU

La collana Duemila: i miei preferiti

Sono tutti libri intensi, con storie coinvolgenti e personaggi indimenticabili. Tutti libri amati e premiati, da cui spesso sono anche stati tratti dei film. Un totale di 36 uscite, che comprendono premi Nobel come Pamuk (Istanbul) e Munro (Nemico, amico, amante…) e autori come Carrère, Franzen, Grossman, Murakami e Saviano fino ad arrivare a “Fight Club” di Palahniuk.

Proprio guardando a questo link il piano dell’opera della collana “Duemila” ho trovato alcuni titoli imperdibili come Niccolò Ammanniti (Ti prendo e ti porto via) o Margaret Mazzantini (Non ti muovere – a proposito ricordate il film di e con Sergio Castellitto e Penelope Cruz?) o ancora Carlos Ruiz Zafon (L’ombra del vento – e vi consiglio davvero tutti i libri di questo autore!). 

L’appuntamento con “Duemila” è tutte le settimane in edicola, ogni Sabato, con La Repubblica e L’Espresso, a soli 9,90€ oltre il prezzo del quotidiano.

Libri per il back to school: “Il gusto di mangiare insieme”

Il mio suggerimento è di puntare sulla qualità più che sulla quantità. Il tempo è una risorsa sempre più preziosa e difficilmente disponibile. Se possiamo fare poco, puntiamo però a farlo al meglio

Carla Barzanò

“Il gusto di mangiare insieme”

Dal cibo alla tavola: un’educazione alimentare in dieci tappe.

Carla Barzanò è una dietista, giornalista, esperta in didattica dell’educazione alimentare. Il libro, edito da SlowFood Editore, è un manuale per genitori e educatori, che si sviluppa in dieci capitoli, tappe ideali di un percorso stimolante e giocoso di educazione alimentare.

Giochi, ricette, stimoli pratici, per grandi e piccoli: dalla scoperta del cibo alla tavola apparecchiata, dalla spesa alla mensa scolastica, fino alla gioia di condividere i pasti con tutta la famiglia.

Perchè ve ne parlo oggi?

Con settembre ed il rientro a scuola terminano definitivamente tutti gli sgarri alimentari per grandi e piccini. Ricominciano (finalmente) la routine scolastica, il lavoro fitto per noi mamme, l’impegno pomeridiano tra compiti ed attività extra-scolari. Terminato il caldo, anche un clima più fresco ci aiuta a mangiare in maniera equilibrata e sana.

Tutte almeno una volta ci siamo chieste:  Come affrontare i rifiuti? Come rendere appetibili cibi poco graditi? Come far mangiare tutto ai bambini? Quali pasti cucinare a cena quando a pranzo sono a mensa a scuola?

Questa guida non fornisce magiche risposte, ma sicuramente tratta l’argomento in maniera scientifica ma piacevole. Senza la pesantezza di un trattato scientifico, vi aiuta a rispondere a molte domande sull’alimentazione. Nel nostro caso mi ha dato conferme su punti per me importanti e su cui mi sono davvero sentita orgogliosa (la tavola a casa, il galateo, cucinare insieme) e spunti su cui riflettere (tra cui un utilissimo calendario delle stagionalità per la spesa e il poster da appendere in cucina,con dieci suggerimenti per scoprire il gusto di mangiare e stare allegramente insieme).

 

 

Dal cibo alla tavola: guida a un percorso avventuroso e piacevole

Sono una mamma fortunata perchè Sissi mi mangia. Non so perchè in termini colloquiali si usi il verbo riflessivo… come se l’atto del mangiare di nostro figlio fosse qualcosa che si ripercuote anche su di noi. Beh, in effetti è un pochino così: non ho conosciuto mamma (italiana) che non fosse preoccupata dell’alimentazione dei propri bambini.

Poi però al momento pratico della preparazione dei pasti si scoprono preparazioni industriali, cibi pronti, cibi preparati dalle nonne e scaldati al microonde, pasti svolti davanti a TV assordanti, mancanza di atmosfera familiare in un luogo – la cucina – che della casa dovrebbe essere il cuore pulsante.

Certo, il percorso che conduce dal cibo alla tavola è talvolta tortuoso e apparentemente faticoso nella gestione di una quotidianità sempre più pressata da mille incombenze. Meglio, però, non rinunciarci. Solo percorrere e ripercorrere le tappe del tragitto che conduce alla tavola aiutano a renderlo più facile, leggero e piacevole.

Un libro da comprare assolutamente e da leggere seguendo tutte le tappe del percorso o soffermandosi solo su alcune, a seconda delle proprie esigenze.

Lo potete acquistare su Amazon o sul sito di SlowFood Editore.

 

Propositi di fine anno

Non scrivo buoni propositi di fine anno, non mi piacciono e non sono solita farlo.

Sono banali, rimagono incompiuti, mi sembrano qualcosa di retorico… scrivere mete facilmente ragiungibili così che al prossimo 31 dicembre rimarremo (facilmente) contenti? Oppure scrivere grandi sogni e desideri con il rischio che poi non si avverino o lo siano solo parzialmente?

Una agenda Mr.Wonderful 2015 lascia il testimone alla agenda 2016

Continua a leggere Propositi di fine anno

Mr Wonderful, la Spagna, le lingue, Natale

Se non avessi studiato ingegneria, avrei studiato lingue. O avrei fatto la scrittrice. O magari la reporter di viaggi. La vita ti dà un lavoro ed una professione, ma le passioni rimangono. E in qualche modo si coltivano (e questo blog ne fa parte), continuano a nutrire la tua essenza più profonda anche quando il tuo lavoro ti impegna al 100%, anche quando i pensieri della quotidianità spostano l’attenzione su altre cose.

Si no hubiera estudiado ingeniería, habría estudiado idiomas. O habría hecho la escritora. O tal vez la reportera de viajes. La vida te da un trabajo y una profesión, pero las verdaderas y profundas pasiones quedan. Y de alguna manera crecen (y este blog es parte de ellas), alimentando a su esencia más profunda, incluso cuando tu trabajo te tiene comprometida al 100%, incluso cuando tus pensamientos de todos los días se fijan en otras cosas.

Continua a leggere Mr Wonderful, la Spagna, le lingue, Natale

Girl to Girl – Preadolescenza

Tante delle mie amiche hanno bimbe un po’ più grandi di Sissi (9/10 anni) e sembra (come sempre accade nei confronti generazionali) che siano molto più “sveglie” di noi alla loro età, molto più grandi ed in qualche modo anche più consapevoli del fatto che stanno crescendo e che tra non molto saranno delle stupende ragazze adolescenti… Insieme a loro mi voglio preparare per questa fase della vita delle nostre bambine con un libro…

Continua a leggere Girl to Girl – Preadolescenza

BOOKS FOR MUMS: i libri sulla gravidanza (e non solo) da leggere in attesa… e anche dopo!

Prima di rimanere incinta di Sissi cosa leggevo?

I grandi classici italiani e stranieri, Sepulveda, Isabel Allende, Paulo Coelho, Garcia Marquez, libri di viaggio e sui viaggi… questi generi per piacere, poi per lavoro manuali sul calcestruzzo, sull’elettrotecnica, sulle rinnovabili…

Poi da quel test di gravidanza tutto è cambiato ed ho cominciato a leggere libri prima sulla gravidanza e poi sui neonati.

Continua a leggere BOOKS FOR MUMS: i libri sulla gravidanza (e non solo) da leggere in attesa… e anche dopo!
Exit mobile version