IslandaLifestyleTravel

Cosa vedere in Islanda: Myvatn

L’Islanda del Nord ospita la splendida regione lacustre di Mývatn. Con una superficie di 36,5 chilometri quadrati, Mývatn è il quarto specchio d’acqua più grande dell’Islanda, sebbene la sua grandezza sia solo una delle qualità che attira gli ospiti durante tutto l’anno. È anche sede di alcune incredibili formazioni geologiche, con una grande ricchezza di flora e fauna ed è circondata da molti siti incredibili.

Dopotutto, il lago è uno dei punti principali del Diamond Circle, il popolare itinerario di viaggio nel nord dell’Islanda.

Nella regione del lago Mývatn si trova solo una città molto piccola, chiamata Reykjahlíð. Qui troverai servizi di base come una stazione di servizio, una banca, un mini supermercato, un centro sanitario, una scuola, una piscina e un hotel. Numerosi caffè, ristoranti e pensioni sono anche sparsi lungo le rive del lago e presso alcune delle principali attrazioni.

Da Reykjavík occorrono circa 6-7 ore per raggiungere il villaggio di Reykjahlíð, in buone condizioni meteo. Durante l’inverno, questo tragitto potrebbe richiedere più tempo, a seconda del tempo, ma la Ring Road che collega i due insediamenti dovrebbe essere indicativamente sempre aperta.

Diamond Circle

Il lago Mývatn fa parte di un percorso turistico chiamato Diamond Circle, che tocca anche la città di Húsavík, il canyon di Ásbyrgi e la cascata Dettifoss. Altre attrazioni visitate in alcuni tour includono la cascata di Goðafoss e le rocce di Hljóðaklettar.

Il Diamond Circle è un famoso percorso turistico di 260 chilometri (162 miglia) nel nord-est dell’Islanda, caratterizzato dal suo numero incredibile di attrazioni naturali, insediamenti pittoreschi e paesaggi fantastici. È considerata l’alternativa nord-orientale al famoso percorso turistico del Golden Circle, che si raggiunge viaggiando per quaranta minuti dalla capitale islandese, Reykjavík, e comprende i tre siti principali Þingvellir National Park, Geysir Geothermal Valley e Gullfoss Waterfall.

Le quattro principali attrazioni del percorso sono il Lago Mývatn, la cascata più potente d’Europa Dettifoss, il canyon a ferro di cavallo Ábyrgi e la città di pescatori di Húsavík, nota principalmente per l’avvistamento delle balene.

Il lago Mývatn

Il lago Mývatn è famoso nel mondo per la sua ricca flora e fauna, in gran parte derivante dal fatto che il lago è piuttosto poco profondo e ha ricche fonti di nutrimento per l’avifauna. Il nome “Mývatn” si traduce in “Lago dei moscerini” e probabilmente i moscerini sono il primo animale che noterai se viaggi attraverso questa zona in estate.

Per la maggior parte della loro vita vivono come larve sul fondo del lago e fanno da cibo per varie specie di pesci, tra cui una varietà di trote e salmerini. Questi pesci, a loro volta, alimentano la moltitudine di uccelli che popolano il lago Mývatn. Esistono, infatti, 58 specie di uccelli che frequentano la zona. Potrete avvistare il gufo comune, il cigno selvatico, il falco selvatico, lo svasso cornuto, l’oca selvatica, l’airone cenerino, l’aquila dalla coda bianca, il gufo delle nevi, il cavallino comune, il rave comune, il beccaccino comune e il germano reale. Inoltre proprio nel Mývatn si radunano più specie di anatre che in qualsiasi altra parte del mondo, con ben quattordici varianti.

In questa zona si trova un interessante museo degli uccelli , il Museo degli uccelli di Sigurgeir, che ha un esemplare di ogni uccello riproduttore islandese che esiste, tranne uno: la falange grigia.

In termini di flora, Mývatn è principalmente nota per le sue rare specie di alghe verdi chiamate Kúluskítur, più comunemente conosciute come Marimo o semplicemente Moss Balls. Le alghe crescono in grandi sfere verdi con una consistenza vellutata. Questa specie di alghe è stata scoperta solo in poche altre parti del mondo, tra cui Giappone, Scozia, Estonia e recentemente in Australia. Intorno all’anno 2000 c’erano milioni di queste soffici palline verdi nel lago Mývatn, ma nel 2013 quasi tutte erano scomparse. Tuttavia, dal 2016 ci sono ssegnali di nuova crescita, quindi presto il lago sarà coperto nuovamente da Moss Balls. La specie è protetta, quindi se vedi palline di muschio pelose, lasciale lì!

Námaskarð / Hverir Geothermal Area

Il passo del Námaskarð, sul monte Námafjall, è una incredibile e vasta area geotermica, definita nel paesaggio dalle sue fumarole ribollenti e dall’argilla dai colori vivaci, che merita una visita in qualsiasi viaggio nella regione del Mývatn. Colori brulli, odori solforici e vapori fumanti, camminare qui ti farà sentire come se fossi entrato in un altro mondo. I bambini ne rimarranno davvero affascinati!

Si possono trascorrere ore a meravigliarsi dei contrasti dei colori e ascoltare i suoni sibilanti e gorgoglianti della terra: assicurati solo di seguire i percorsi segnati in questa zona, poiché il suolo intorno alle fumarole è instabile e sotto ad esso c’è acqua bollente!

Le pozze di fango di Námaskarð, conosciute anche con il nome di Hverir Geothermal Area, sono una località da non perdere: la zona è un luogo colorato e straordinario per tutti gli appassionati di natura e ti dà davvero un’idea della potenza e dell’energia immagazzinata nel sottosuolo islandese. Anche nelle giornate più fredde invernali, alcune parti del terreno rimangono prive di neve a causa del calore del terreno.

Dettifoss e Selfoss

La cascata Dettifoss è con la cascata più grande d’Europa in termini di volume: 500 metri cubi di acqua al secondo! Dettifoss è alta 45 metri e larga 100. C’è anche un bel sentiero escursionistico, lungo in totale 34 km, che costeggia il canyon da Dettifoss ad Asbyrgi.

Dettifoss è davvero potente, impressionante. Mentre ti avvicini, il terreno trema letteralmente sotto i tuoi piedi. È rumorosa, è fragorosa, è tumultuosa.

La cascata è formata dal fiume Jökulsá á Fjöllum, un fiume che si forma dallo scioglimento del ghiacciaio Vatnajökull. Questo potente fiume ha scavato il canyon Jökulsárgljúfur e scorre attraverso il canyon Ásbyrgi prima di finire a Öxarfjörður, una baia nel Mar Artico.

A un chilometro a sud della possente cascata Dettifoss si incontra la cascata di Selfoss. Sebbene Selfoss sia sempre stato all’ombra di Dettifoss, è una grande costruzione della natura, altrettanto piacevole da visitare. L’altezza è di soli 10 metri, ma la larghezza è superiore a Dettifoss. La visita è solo mezz’ora di camminata da Dettifoss: entrambe le cascate condividono gli stessi parcheggi, sia sul lato est che sul lato ovest. Se stai visitando Dettifoss, assicurati di non perdere la bella cascata di Selfoss.

La strada giusta per vedere Dettifoss e Selfoss

Dalla Ring Road, due strade accedono a Dettifoss e Selfoss: la 864 e la 862. Ognuna offre una diversa panoramica sulle due cascate, da est e da ovest rispettivamente, e l’ideale sarebbe percorrerle entrambe.

La strada 864 va dalla strada 85 oltre Dettifoss sul lato est verso la strada 1. Questa è una strada sterrata e la velocità di guida dipende ogni volta dalle condizioni della strada. La strada 864 è chiusa durante il periodo invernale a causa della neve o della pioggia (strada fangosa) e non viene aperta fino all’inizio dell’estate (fine maggio).

La strada sterrata 862 si trova sul lato ovest del fiume Jökulsá. La strada è percorribile per veicoli normali da Asbyrgi a Dettifoss. Fino al 2011 questa strada era classificata come strada di montagna (F-road) ma ora è percorribile come strada sterrata. Le condizioni delle strade di ghiaia in Islanda possono variare, quindi ai viaggiatori viene chiesto di essere consapevoli delle condizioni della strada e di informarsi sui siti del traffico islandese oltre che di adeguare la velocità di guida alle condizioni. Da Dettifoss in poi verso sud fino alla strada 1 (Ring Road), sulla sponda occidentale del fiume, la strada 862 diventa asfaltata ed è percorribile agevolmente con tutti i veicoli. Questa parte non è tuttavia in servizio da gennaio fino all’inizio di aprile.

Se utilizzi Google Maps o un sistema di navigazione, ricordati di specificarte “lato ovest di Dettifoss” o “lato est di Dettifoss” per ottenere le corrette indicazioni stradali.

Tempi di guida per raggiungere i lati ovest e est di Dettifoss e Selfoss

Strada asfaltata sul lato ovest (862): dalla Ring Road n.1, ci vogliono 20 minuti (24 km) per guidare la strada asfaltata verso il parcheggio sul lato ovest.

Strada non asfaltata sul lato est (864): dalla Ring Road n.1, ci vogliono 45 minuti (32 km) per guidare la strada non asfaltata fino al parcheggio sul lato est.

Da ovest a est: per guidare da un lato all’altro, occorrono in totale 1 ora e 10 minuti.

Dimmuborgir

Dimmuborgir, o fortezza oscura, è un’area coperta da rocce laviche appena ad est del lago Mývatn. Spesso viene comparata a un castello: colonne che assomigliano a torri, creste che si innalzano come merli e grotte che precipitano in profondità nella terra come sotterranei. Nella zona ci sono diversi sentieri escursionistici, che durano da pochi minuti fino a qualche ora, adatti a persone di tutte le età e abilità.

Il percorso più breve è asfaltato, quindi facilmente accessibile anche per chi è su sedia a rotelle o per chi ha difficoltà a camminare o per famiglie con bimbi piccoli e passeggini. In circa 10-15 minuti si arriva alle formazioni laviche. Se vuoi andare un po’ oltre, i sentieri si trasformano in ghiaia o terra e puoi passare ore ad ammirare l’affascinante paesaggio.

Ci sono diverse leggende su quest’area: d’altra parte è facile capire come le persone possano aver scambiato le rocce con creature misteriose, soprattutto considerando che non c’è traccia attraverso questo labirinto roccioso e l’Islanda è spesso buia e nebbiosa… Alcuni racconti si riferiscono a Dimmuborgir addirittura come la porta dell’inferno!

Grjótagjá

Grjótagjá è una grotta termale nascosta all’interno di Dimmuborgir, rinomata per la sua bellezza incontaminata e le acque azzurre. Ha trovato la sua fama dopo essere stato utilizzata in una scena d’amore in Game of Thrones.

Curiosità: film e serie girati nella zona del Lago Myvatn

Film:

Tree of Life (2011) La scena epica che mostra la creazione della Terra è girata intorno a Mývatn, a Námafjall e a Krafla Caldera.

Prometheus (2012) Ridley Scott sceglie per le immagini iniziali del film la cascata di Dettifoss.

Oblivion (2013) Il vecchio cratere Hrossaborg, situato a circa 30 minuti dal lago Myvatn, è raffigurato come i resti di un gigantesco stadio di baseball. Altre location per le riprese del film includevano il ghiacciaio Langjökull e le montagne Jarlhettur.

Noah (2014) Il film è girato in tutta l’Islanda, tra cui il lago Mývatn, il lago Kleifarvatn, la spiaggia di sabbia nera di Reynisfjara e la penisola di Reykjanes.

Star Wars: The Force Awakens (2015) Il lago Mývatn, i crateri vulcanici di Krafla e le pozze di fango gorgogliante di Námaskarð sono state utilizzate per le riprese di un’intensa scena di battaglia tra l’Impero e i Ribelli.

Rogue One: A Star Wars Story (2016) Il misterioso pianeta Eadu, o come viene mostrato nel film, è in realtà un mix tra il Lago Myvatn, il cratere vulcanico di Krafla e Reynisfjara Black Sand Beach.

Fast 8 (2017) L’ottavo film di Fast and the Furious è stato girato in numerose località islandesi, tra cui il meraviglioso Lago Mývatn. Una scena include un’auto che attraversa il ghiaccio del lago Mývatn!

Game of Thrones:

Grjótagjá è il luogo della famosa scena d’amore tra John Snow e Ygritte.

Un’altra scena famosa è nella terza stagione in cui il campo militare di Rayder di Mance viene costruito su un campo di lava ghiacciato. Questo posto è in realtà Dimmuborgir. L’area è stata nuovamente utilizzata nelle riprese della scena in cui Samwell Tarly e Lord Commander Mormont sono attaccati da White Walkers. Alcune riprese sono avvenute a temperature fino a -11°C.

Dove alloggiare intorno al lago Myvatn?

Ci sono diversi hotel e pensioni intorno al lago Mývatn, oltre a un campeggio e vari cottage che possono essere affittati. Soggiornare in un cottage o in un bungalow è forse il modo più autentico di vivere il paesaggio islandese: il nostro percorso nella zona del lago Mývatn parte e termina proprio in due complessi di cottage, entrambi davvero accoglienti. Probabilmente le strutture che abbiamo preferito nei nostri 15 giorni on the road in Islanda.

Einishús Cottages

Un punto perfetto per visitare non solo il Diamond Circle, ma anche per scoprire Akureyri o fare un’escursione a Godafoss. Il piccolo complesso comprende un totale di 5 cottages, in due tipologie, nuovi, attrezzati, in una posizione ottima, con servizi di alto livello. Le case sono state progettate e costruite da m2hús ehf di Akureyri e sono di altissima qualità.

I cottages più grandi sono due, entrambi con due camere da letto. La camera più grande ha un letto matrimoniale, mentre la stanza più piccola ha letti a castello. Nel soppalco ci sono inoltre 4 comodi materassi. Il soggiorno ha un divano in pelle, rete Wi-Fi, una TV a schermo piatto, una radio con DVD e CD, un tavolo e sedie per 8 persone e anche stoviglie. Nella casa sono inclusi anche la cucina con frigorifero e lavastoviglie. All’esterno c’è un bel patio, con barbecue a gas, tavolo e sedie e vasca idromassaggio (hot tub alimentata geotermicamente).

I cottages più piccoli sono tre, con ingresso soggiorno con divano letto e una stanza doppia con letti singoli. La zona living è dotata di TV a schermo piatto, rete Wi-Fi, DVD e CD, tavolo e sedie per 5 persone, stoviglie, piano cottura con 2 fuochi, frigorifero, forno a microonde. Anche in questo caso c’è un ampio patio, con barbecue a gas, tavolo e sedie e vasca idromassaggio (hot tub alimentata geotermicamente).

I cottages garantiscono la privacy e il relax, sono ben distanziati l’uno dall’altro e godono di un panorama stupendo con vista su tante cascate minori.

Il sistema di reception è comodissimo: potete ritirare le chiavi anche in caso di assenza dei proprietari, Einir Björnsson e Guðfinna Sverrisdóttir. Troverete tutti i dettagli nella vostra busta a qualsiasi ora arriviate!

Ferðaþjónustan Einishús ehf.,ì Einarsstöðum 2, 650 Laugar – telefono: 865 4910 o 894 9669 – Mail: [email protected]
GPS: 65°44’29.54N 17°24’39W

http://www.einishus.com/

Dimmuborgir Guesthouse

Dimmuborgir Guesthouse è una strutura a conduzione familiare che si affaccia direttamente sul lago Mývatn e che offre sistemazioni in accoglienti cottage e camere doppie tutto l’anno.

Situata lungo la riva del lago Mývatn, questa struttura dall’atmosfera cozy si trova a 5 km dal villaggio di Reykjahlíð ea 8 km dalle piscine geotermiche di Mývatn Natural Baths. Si trova a 53 km dall’aeroporto di Husavik. La posizione della guesthouse è fantastica per fotografare l’aurora boreale in nello scenario meraviglioso del lago.

A Dimmuborgir Guesthouse puoi scegliere tra varie opzioni di alloggio: ci sono 8 stanze doppie con servizi privati e cucina e sala da pranzo in comune oppure cottages da 1 o 2 stanze da letto con o senza hot tub.

Le camere dispongono di connessione Wi-Fi gratuita, scrivania e vista panoramica. I cottages con 1 camera da letto ospitano fino a 4 persone e sono dotati di patio, angolo cottura e bagno privato, riscaldamento, e hanno una vista lago parziale. I cottages con 2 camere da letto ospitano fino a 6 persone e offrono arredi moderni, oltre a cucina e zone soggiorno/pranzo. Le unità più nuove hanno anche hot tub ad alimentazione geotermica e si affacciano sul lago.

Il parcheggio è gratuito, la colazione a buffet è disponibile nella sala vicino alla reception a un costo aggiuntivo: è assolutamente consigliabile dato che vengono serviti prodotti locali e fatti in casa, come l’agnello e la trota affumicati proprio nell’affumicatoio della famiglia.

I bambini potranno godere non solo di un ambiente naturale aperto, piacevole, ma anche di un piccolo parco giochi, di belle passeggiate lungo il lago, con avvistamento di innumerevoli di uccelli, di giri in barca.

Dimmuborgir Guesthouse Geiteyjarströnd 1, 660 Mývatn – tel.: +354 4644210  –  e-mail: [email protected]https://dimmuborgir.is/

Summary
Article Name
Cosa vedere in Islanda: Myvatn
Description
Cosa vedere in Islanda: Myvatn
Author
Publisher Name
SissiWorld
Publisher Logo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *