LifestyleTravel

Cosa vedere in Svezia con i bambini: la riviera svedese

Cosa vedere in Svezia con i bambini? La Svezia non è solo Stoccolma e può offrire tantissimo alle famiglie: non avere paura di avventurarti in un viaggio on the road con i bambini in Svezia, perchè in questo paese scandinavo troverai sempre un’eccellente attenzione per i più piccoli, ovunque tu vada e con qualsiasi budget.

Abbiamo avuto la fortuna in questi anni di visitare più volte la Svezia on the road: da Stoccolma verso Nord, da Stoccolma verso Oslo, lungo la zona dei laghi. Ma sono stati tutti viaggi senza Sissi, in cui macinavamo kilometri anche ad ore tarde.

Cosa vedere in Svezia con i bambini: la riviera svedese

La riviera svedese è uno dei luoghi più amati dagli svedesi stessi con le famiglie. Il motivo? L’appellativo la dice lunga: una vera e propria riviera che si affaccia sul Mare Baltico e che nei mesi estivi ha un clima mite. Sicuramente mite (oserei dire caldo) per gli oriundi, ma abbastanza mite anche per i visitatori come noi, al punto da riuscire a fare il bagno in piscina all’aperto e a bagnare i piedi nel mare!

Cosa visitare in Svezia con i bambini? La riviera svedese è una buona opzione perchè potrete unire cultura e natura, darete ai vostri bambini la vista di un mare incontaminato così diverso dalle nostre spiagge fortemente antropizzate. Personalmente amo le spiagge del Nord Europa perchè – certamente complici le temperature non troppo calde – sono piuttosto incontaminate: si trovano ancora le dune mobili, le piante xerofile di colonizzazione, la natura incontaminata. E’ bello mostrare ai bambini che la spiaggia e il mare non sono solo le distese di ombrelloni della riviera adriatica e che le coste sono ecosistemi vivi e mobili, da rispettare.

Un tour della riviera svedese può partire da Malmo, la città principale del sud della Svezia, collegata attraverso il bellissimo Ponte sull’Oresund a Copenhagen: il centro di Malmo è delizioso, abbastanza piccolo e quasi completamente pedonale, quindi facilmente visitabile a piedi con i bambini.

Dal centro di Malmo, puoi dirigerti verso nord e passare mezza giornata a Lund, la seconda città più antica della Svezia fondata attorno al 1000 dai danesi, che oggi vanta un’Università piuttosto rinomata. Il suo centro storico è piccolo e facilmente visitabile a piedi anche con i bimbi piccoli.

Da Lund dirigetevi verso la costa est, ma prima di cominciare a percorrere le strade che corrono lungo la costa, fermatevi a Glimmingehus, la fortezza medievale meglio conservata in tutta la Scandinavia. Costruito attorno al 1500, negli anni divenne anche un castello residenziale e un magazzino per il grano, fino al 1924 quando fu donato allo stato svedese ed oggi è gestito dalla Swedish National Heritage Board (in svedese: Riksantikvarieämbetet). A Glimmingehus troverete un museo, una cucina medievale, una zona in cui far giocare i bambini ai cavalieri (guarda nelle foto Sissi come si diverte!), un negozio e un ristorante-caffè. Durante l’estate ci sono diverse visite guidate ogni giorno. Nel folklore locale, il castello è descritto come infestato da molteplici fantasmi: li troverete?!

Vicino a Glimmingehus, potete trovare il primo contatto con la riviera svedese: Simrishamn è una pittoresca cittadina costiera, dove si parcheggia facilmente e che riuscirete a passeggiare con molta facilità anche con i bambini piccoli: Storgatan è la via principale, che attraversa la piazza del mercato e il piccolo centro della città, fino ad arrivare al mare. Il clima di questa zona, come tutta la riviera svedese, è mite perchè queste coste vengono lambite e riscaldate dalla Corrente del Golfo.

Dirigendosi lungo la costa verso sud, immancabile una sosta alla spiaggia di Sandhammarens che ha la sabbia più fine e più bianca della Svezia ed è una delle spiagge più belle e lunghe del paese. La spiaggia inizia a est della piccola città di Löderups Strandbad nella regione di Österlen e si estende su una distanza di diversi chilometri fino all’angolo sud-est della provincia di Skåne. Sandhammens si trova nella omonima riserva naturale Sandhammaren, che è la più grande area di dune in Svezia. Ci sono diversi servizi igienici e ponti di legno con panchine, ma nessun molo di balneazione dato che a causa delle forti correnti è necessaria particolare cautela. Vicino al faro Sandhammarens Fyr puoi trovare un chiosco con caffetteria. Le correnti forti e mutevoli creano barriere coralline sottomarine che cambiano permanentemente la loro dimensione e posizione. Una curiosità: nel corso dei secoli, migliaia di navi si sono arenate e hanno reso la costa di fronte alla spiaggia il più grande cimitero di navi in Svezia.

Distante pochi kilometri, un altro appuntamento con la cultura: Ales Stenar (in italiano si tradurrebbe Pietre di Åle), un monumento megalitico funerario risalente probabilmente al 500 d.C., alla fine dell’età del ferro nordica. Il sito, in cui è sepolto il capo dei vichinghi Åle, da cui deriva il nome, ha 59 grandi massi di arenaria dal peso di circa 1,8 tonnellate ciascuno, disposti in maniera tale da formare il profilo di una barca di pietra lunga ben 67 metri. I massi non hanno un’altezza uguale o molto simile fra loro; infatti quelli situati in corrispondenza della prua sono alti circa 3,3 metri e sono di dimensione maggiore rispetto a quelli posti in corrispondenza della poppa, i quali misurano invece circa 2,5 metri. Interessante per i bambini che si approcciano allo studio della storia, ma anche per i più piccini dato che il sito è verde, ben tenuto, adiacente al mare e ad alcuni pascoli. Ales Stenar è ubicato su una collina, facilmente raggiungibile con una scalinata e un breve percorso a piedi (forse un po’ scomodo se avete il passeggino, ma il tragitto è davvero breve) e se avete visitato Stonehenge in Inghilterra potete attendervi qualcosa di molto simile. Ales Stenar ha però un fascino unico legato alla sua ubicazione e alla interpretazione sulla posizione dei massi, che secondo alcuni avrebbe una funzione calendariale o astronomica. E’ comunque accertato che le pietre di prua e di poppa indicano, rispettivamente, i punti in cui il sole tramonta nel solstizio d’estate e sorge nel solstizio d’inverno.
Vicino ad Ales Stenar, nel porto peschiero di Kaseberga, ti consiglio di fare una pausa per ammirare il mare e mangiare del pesce cucinato nella maniera tipica del luogo!

Continuando lungo la costa, raggiungerete la cittadina di Ystad, una cittadina turistica con belle spiagge e con un nucleo storico dal tessuto medievale molto ben conservato e che vanta due chiese medievali in cui si nota l’influenza gotica (Sankt Petri kyrka e Sankta Maria kyrka). Una curiosità: negli ultimi anni Ystad è diventata piuttosto famosa grazie all’Ispettore Wallander, personaggio creato dallo scrittore Henning Mankell. Wallander è anche protagonista della serie TV BBC con Kenneth Branagh: oggi i turisti visitano il ristorante dell’Hotel Continental, proprio di fronte al porto, dove il commissario spesso mangia, e soprattutto l’indirizzo della sua abitazione, al numero 8 di Mariagatan. A Ystad non puoi perdere la splendida location sul mare del Ystad Saltsjöbad.

Mentre proseguite lungo la costa, non potete non fermarvi nel punto più a sud dell’intera Scandinavia (55° 20′ N): Smygehuk un piccolo agglomerato con case di pescatori, un porticciolo, qualche bar-ristorante. La vista è stupenda e merita comunque la sosta, anche solo per uno scatto.

Godetevi il panorama, fermatevi, bagnate i piedi e fate tante foto lungo il percorso costiero che va da Ystad alla penisola di Falsterbo (Falsterbonäset), che comprende i due paesini prettamente turistici di Skanör a nord e Falsterbo a sud. La penisola rappresenta il confine tra il Mare Baltico e l’Øresund. Le spiagge, annoverate come tra le migliori spiagge d’Europa,  sono bianche e la sabbia finissima: troverete bar e ristoranti, tanti svedesi che prendono il sole e fanno il bagno (se non c’è troppo vento, vi consiglio di unirvi a loro!). Non lontano da qui, potete visitare la riserva vichinga di Foteviken, un vero e proprio museo vivente all’aperto che vi immergerà nei costumi e usanze vichinghi del 12esimo secolo.

Puoi chiudere il tuo tour della riviera svedese, tornando a Malmo, ma rimanendo nella zona sud della città, nell’ex quartiere popolare di Limhamn, dove potrete godere di una vista spettacolare sull’Oresund.

Summary
Cosa vedere in Svezia con i bambini: la riviera svedese
Article Name
Cosa vedere in Svezia con i bambini: la riviera svedese
Description
Cosa vedere in Svezia con i bambini: la riviera svedese
Author
Publisher Name
SissiWorld
Publisher Logo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *