Lifestyle

Dyson 360Eye review: l’amico da regalarsi per Natale


Mi divido tra mille impegni… ultimamente ho l’impressione che il tempo non sia mai abbastanza! Qualsiasi apparecchio tecnologico che mi faccia risparmiare tempo attira quindi assolutamente la mia attenzione.

A Londra, durante il nostro shopping, mi sono imbattuta casualmente nel flagship store Dyson (447 Oxford St, Mayfair, London W1C 2PR, UK) e ho potuto vedere da vicino e in azione il nuovo robot aspirapolvere Dyson 360Eye.


Non è la prima esperienza con i robot aspirapolvere: utilizzavo già Roomba da 10 anni e Scooba da 4. Nel tempo però devo ammettere di averne un po’ abbandonato l’utilizzo di Roomba per varie ragioni: difficoltà di pulizia delle spazzole anzitutto e la sensazione che non tutta la casa venisse effettivamente pulita. Di conseguenza anche Scooba, il lavapavimenti, è finito nel dimenticatoio (nonostante i loro prezzi)…

Dyson 360Eye è tecnologia allo stato puro

A mio avviso questo robot aspirapolvere non è comparabile con nessun altro prodotto sul mercato.
È unico per le sue caratteristiche tecnologiche. In generale per tutte, ma anzitutto UNA, che è poi la sola caratteristica che conta davvero, a mio avviso, quando parliamo di aspirapolvere: la potenza di aspirazione.
Siamo tutti allergici in casa. Io e marito siamo anche asmatici e io vado in giro con il Ventolin in borsetta e come ciliegina sulla torta abbiamo anche due gatti in casa… insomma, a casa nostra una pulizia accurata è fondamentalmente anche un fatto di salute.

Dyson  360Eye ha la più potente capacità di aspirazione di qualunque
altro aspirapolvere presente sul mercato grazie al motore digitale Dyson V2, che
raggiunge una velocità di 78.000 giri/min. La tecnologia Radial Root Cyclone™ riesce a separare in modo efficace polvere microscopica e residui sottili (non solo capelli, ma anche peli di gatto, residui della sabbietta, briciole minuscole e polvere. Tanta minuscola polvere. Piena di acari!). La sua potenza permette di pulire con efficacia anche i tappeti, sia a pelo corto che a pelo lungo (avendo l’accortezza di evitare le frange laterali). Le spazzole integrano i filamenti in fibra di carbonio per i pavimenti con le setole rigide in nylon per i tappeti.

Dyson 360Eye ci vede e pulisce seguendo un algoritmo intelligente

“Ogni casa è diversa e ogni stanza ha le sue peculiarità. Perché un robot si muova in modo efficiente, deve funzionare come un essere umano: riconoscere l’ambiente circostante e intraprendere decisioni in base a ciò che vede. La nostra ricerca sui sistemi visivi dei robot, insieme all’investimento e allo sviluppo del motore digitale Dyson, ha fornito agli ingegneri lo slancio necessario per progettare questo apparecchio davvero potente e intelligente.” – James Dyson

Dyson 360Eye ci vede davvero! Uno degli aspetti che mi ha sempre infastidito di Roomba è la sua maniera di pulizia, che sembra quasi senza logica: probabilmente i modelli più evoluti del mio avranno migliorato questo problema, ma onestamente più di una volta mi sono trovata a dover supervisionare il mio robot che puliva per verificare se e dove passava e di tanto in tanto a usare una gamba per farlo cambiare di traiettoria.

Dal video avete già compreso il principio di funzionamento di Dyson 360Eye: il vero passo avanti è la sua capacità di visione a 360 gradi con la videocamera che integra il posizionamento classico ad infrarossi. La videocamera rileva 30 fotogrammi al secondo, permettendo al robot di scansionare la stanza e di creare una pianta dettagliata per muoversi in modo intelligente e rilevare la propria posizione in ogni momento sapendo quali sono le zone ancora da pulire. L’algoritmo di pulizia è sistematico ed efficiente.

La casa è davvero pulita ed aspirata a fondo in ogni angolo.

E se amate la tecnologia… c’è Dyson Link

Dyson Link è una App (disponibile per iOs e Android) che consente di visualizzare tutti gli apparecchi Dyson connessi alla vostra rete domestica, incluso Dyson 360 Eye. Dalla App l’utente può attivare, mettere in pausa o fermare il robot, visualizzare mappe e statistiche delle sessioni di pulizia e programmarne di nuove, singolarmente o su base giornaliera. Tutto ciò da remoto: che siate a casa, in ufficio o in vacanza, potete sempre comunicare con Dyson 360 Eye e programmare le pulizie.

Dyson 360Eye review: la nostra prova prodotto

Dyson 360 Eye aspira TUTTO. Ovviamente se volete utilizzare le funzionalità al massimo, occorre non lasciare troppo in disordine: più il campo è sgombro, più la pulizia sarà accurata, soprattutto evitate di lasciare cavi e fili in giro.

Adoro la App Dyson Link: non solo per la programmazione, ma soprattutto per le mappe, con cui a posteriori posso verificare il lavoro svolto dal mio robot ed essere sicura che non ci siano stati inghippi (che comunque vengono segnalati in tempo reale dalle notifiche dello smartphone).

La pulizia è semplice e il semplice momento dello svuotamento del serbatoio fa comprendere quanto efficace sia l’aspirazione: si vedono anche le minuscole particelle attaccate al filtro del ciclone! Anche la spazzola si estrae e pulisce facilmente.

E i difetti?
Non è molto piatto: la sua altezza di 12cm (ovviamente indispensabile per alloggiare il motore) lo rende abbastanza alto rispetto ad altri robot. Non passa proprio sotto a tutti i mobili o a divani e poltrone.
La sua potenza di aspirazione fa percepire una certa rumorosità (74 dBA): tuttavia esiste l’opzione quiet (che riduce la potenza e fa durare anche maggiormente la batteria).

Più che un difetto, un’idea (cari colleghi ingegneri prendete nota per favore): fermare il robot in un punto (magari con un tasto) e avere la possibilità di inserire un accessorio, tipo un tubolare con un becco per aspirare in punti “alti” come l’auto o l’armadio o le mensole.


Sapevate che… qualche curiosità su Dyson

  • Dal 2005 gli ingegneri Dyson collaborano con l’Imperial College di Londra e con uno scienziato e ricercatore famoso in tutto il mondo, il Professor Andrew Davison, a fronte di un investimento di £25 milioni in un progetto che consentirà ai robot di visualizzare e comprendere il mondo che li circonda.
  • Le vendite di aspirapolvere a batteria sono aumentate del 66% a livello globale
    nel 2015 e Dyson detiene ora un quarto del mercato mondiale.
  • Nel 2016, Dyson è stata annoverata dal YouGov BrandIndex fra i 10 marchi preferiti nel Regno Unito. Dyson si è classificata al 5° posto, battendo nomi come M&S, YouTube, Apple e Waitrose.
  • Dyson collabora con oltre 30 università per sviluppare tecnologie allo stadio
    iniziale; fra gli investimenti, si annovera un’allocazione di 5 milioni di sterline destinata a un laboratorio di robotica condiviso con l’Imperial College London e una cattedra alla facoltà di Meccanica dei fluidi dell’Università di Cambridge.
  • L’investimento a lungo termine nei motori digitali Dyson e la nuova tecnologia di aspirapolvere senza filo hanno alimentato le vendite, facendo registrare nel 2012 un fatturato di 1,2 miliardi di sterline. Il principale mercato di sbocco di Dyson sono gli Stati Uniti, seguiti dal Giappone.

 

Summary
Dyson 360Eye review: l'amico da regalarsi per Natale
Article Name
Dyson 360Eye review: l'amico da regalarsi per Natale
Description
Dyson 360Eye review: l'amico da regalarsi per Natale
Author
Publisher Name
SissiWorld
Publisher Logo

One comment

  1. Chiara

    Ciao, so che Dyson è il top in quanto ad aspirazione e prima o poi mi comprerò un suo robot! Buona serata

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *