IslandaLifestyleTravel

Con l’auto in Islanda: tutte le informazioni per guidare in Islanda

3300 km di strade islandesi.

Strade strette, strade asfaltate, strade sterrate, sole, pioggia, nebbia, strade di montagna, passi, pianure, tornanti, lavori in corso.

Almeno 30 pecore che ci hanno attraversato la strada, migliaia a bordo strada, numerosi uccelli a rischio di essere investiti.

Guidare in Islanda: come scegliere l’auto

La scelta dell’auto in Islanda dipende anzitutto dal percorso che intendi fare. Per un giro fuori Reykjavík e il Golden Circle (circa 300 km in totale di strada buona e asfaltata) basta anche un’auto piccola, di categoria A. Per altri tipi di percorso ti consiglio di valutare non solo il percorso in sè, ma anche l’esperienza e la capacità di chi guiderà.

Abbiamo scelto come rent a car per la nostra auto in Islanda Lagoon Car Rental, un autonoleggio tutto islandese basato a pochi passi dall’aeroporto di Keflavík. Sul loro sito tutto è chiaro, sia i costi, sia le assicurazioni extra, sia quale auto è adatta per quale percorso.

Il nostro tour comprendeva l’intera Ring Road (la strada principale n.1 che fa il giro ad anello di tutta l’Islanda) con tre diramazioni importanti per la penisola dello Snaefellsnes, i Westfjords e gli Eastfjords.

Tanti km che includevano anche vari tratti montani e vari tratti non asfaltati. Ma nessuna strada di tipo F, su cui è assolutamente proibito circolare con veicoli 2WD (e avendo percorso tanti tanti km, credimi, su una strada F l’ultimo dei tuoi pensieri sarebbe la multa, ma piuttosto la tua incolumità!).

Da Lagoon Car Rental abbiamo scelto un’auto 2WD di categoria B. Appena arrivati in aeroporto, il personale di Lagoon Car Rental ci attendeva per portarci presso i loro uffici a ritirare l’auto. Una Renault Clio Diesel è stata nostra compagna di viaggio.

Un’auto 2WD ma dotata di varie dotazioni utili sulle strade islandesi: il navigatore (ma di questo ne parleremo più avanti), i sensori di distanza, fari fendinebbia (mai avrei pensato di doverli usare), i sensori degli pneumatici (sia della pressione che di un’eventuale foratura).

Ho apprezzato tantissimo il fatto che Lagoon Car Rental ci abbia consigliato la giusta assicurazione extra: dopo l’esperienza sulle strade della Lapponia finlandese ero abbastanza sicura che anche in Islanda fosse necessaria la protezione dei cristalli (sulle strade brecciate basta un sassolino…).

Ma non solo: Lagoon Car Rental prevede 3 tipi di assicurazione extra, Bronze, Silver e Gold. Queste assicurazioni extra abbassano le franchigie fino ad annullarle e includono vari eventi come la rottura dei cristalli, sabbia&cenere, pietrisco, ecc.

Conclusione: la nostra scelta in collaborazione con Lagoon Car Rental è stata un’auto di tipo B, la Renault Clio Diesel automatica, a cui abbiamo aggiunto come optional a pagamento il pacchetto di assicurazione Silver.

Guidare in Islanda: le strade

Le strade in Islanda sono principalmente ad una corsia per senso di marcia (solo tra Reykjavík e l’aeroporto troverai due corsie).

Ti consiglio di acquistare una carta stradale dell’Islanda in cui troverai dettagliate quali strade sono asfaltate e quali no. Anche i navigatori danno questa informazione, ma se vuoi pianificare il tuo percorso conviene avere una mappa stradale a portata di mano.

La Ring Road (in islandese Hringvegur, strada n.1) è la strada principale che gira ad anello tutta l’Islanda. È asfaltata per il suo intero sviluppo a parte alcuni brevissimi tratti in prossimità degli Eastfjords.

Le strade denominate F sono strade non solo sterrate, ma strade montane in cui è consentito dalla legge guidare solo con mezzi 4×4. C’è un motivo: non si tratta solo di pendenze, tornanti, breccia, si tratta anche di guadare fiumi. Per farlo in sicurezza occorre necessariamente un mezzo 4WD. Informati prima di decidere di aggiungere strade F al tuo percorso: il personale di Lagoon Car Rental può spiegarti come si guada un fiume e darti maggiori informazioni.

Le deviazioni dalla Ring Road prevedono spesso tratti (più o meno lunghi) di strade non asfaltate.

Questo punto dipende più dal guidatore che dal mezzo: bisogna essere esperti, capaci, avere i nervi saldi, non soffrire di vertigini perché spesso le strade sterrate (soprattutto nei Westfjords) sono strette, con tanti tornanti e con pendenze importanti.

Con l’auto in Islanda dovete sapere guidare. Bene.

Essere abituati a guidare.

Se abitate in una città metropolitana e per 350 giorni l’anno andate in metro o in bici, vi sconsiglio di guidare in queste strade nei vostri 15 giorni di vacanza.

Non conta SOLO il mezzo: lo avete visto nelle Stories?! Avete visto il simpatico signore texano entrare in panico in una strada stretta e sterrata, nonostante il suo mezzo 4×4. Traffico bloccato in bilico sullo strapiombo perché voleva passare controsenso ma internamente (dal lato del versante) perché aveva paura del baratro che si trovava dal suo senso di marcia.

Soluzione? È sceso e mio marito ha guidato il suo SUV fino a un punto sicuro. Non aggiungo altro.

Personalmente ho sofferto molto nelle strade sterrate montane, soprattutto nei Westfjords, poco nella penisola dello Snaefellsnes e meno negli Eastfjords.

A Nord c’è invece una bella strada panoramica che ha vari tunnel a pagamento: è l’Atlantic Coast Road.

Asfaltata e piacevole da percorrere, devi solo tenere presente che ci sono vari tunnel, incluso quello di Akureyri, che si possono pagare online o con la App Veggjald.

Guidare in Islanda: il meteo

Il meteo in Islanda è imprevedibile. Lo stesso sito web vedur.is si aggiorna costantemente proprio perché l’isola è notoriamente un luogo in cui un minuto dopo la pioggia arriva il sole. E viceversa.

In generale al Nord c’è un clima più asciutto ma più freddo e ventoso, mentre al Sud è più caldo ma più piovoso. Nel nostro caso però è accaduto esattamente il contrario… che ti dicevo del meteo imprevedibile?!

Preparati per la pioggia, ma non solo. Il vento può essere molto molto intenso (sapevi che l’Islanda è il terzo luogo più ventoso al mondo, il primo abitato?!) e la nebbia può diventare molto fitta.

Negli Eastfjords ci è capitato di dover attraversare una nebbia fittissima con visibilità 4/5 metri: velocità 20 km/h perché sulle strade sterrate non hai riferimenti della segnaletica orizzontale (non hai la mezzeria bianca nè la linea laterale) ma solo i paletti gialli con cui guidarti…

Guidare in Islanda: i ponti

In Islanda non troverai tanti ponti imponenti (non aspettarti i ponti danesi o svedesi!) ma in un paese dove ci sono i più importanti ghiacciai del mondo, ovviamente ci sono migliaia di fiumi e torrenti e di conseguenza ci sono anche tanti ponti.

In generale i ponti sono ad una corsia, questo vuol dire che la strada si stringe e si può passare solo in un senso di marcia. Troverai dei segnali appositi sia sui cartelli che sull’asfalto.

Guidare in Islanda: mappe e navigatori

Lagoon Car Rental ha una mappa perfetta per aiutarti ad orientarti nella guida stradale in Islanda.

Se vuoi acquistare prima della partenza una mappa ti consiglio Islanda della National Geographic Adventure Travel Map, realizzata per rispondere alle esigenze dei viaggiatori avventurosi e ideale per chi vuole esplorare parchi, monti laghi e visitare luoghi di interesse storico e architettonico. La trovi su Amazon.it

Per quanto riguarda i navigatori GPS, hai varie opzioni. Anzitutto da Lagoon Car Rental puoi scegliere l’opzione del navigatore. Puoi usare il navigatore incluso nel pannello di controllo della tua auto: nel nostro caso quello della Renault Clio ha funzionato molto bene per gli indirizzi degli hotel, anche se ho preferito organizzarmi da casa salvando sul mio telefono tutti i luoghi da visitare.

Ho creato prima una mappa su Google My Maps: eccola qui, con le mie note e con tutti i punti che abbiamo toccato. Il problema di Google Maps è però la necessità di usare il tuo traffico dati!

Ho scaricato la app di navigazione gratuita Maps.me che funziona con GPS (se non vuoi consumare i dati ricorda di selezionare l’opzione “solo GPS”), ho caricato la mappa dell’Islanda e via! Non è rapido nel ricalcolare i percorsi, ma in Islanda le strade che conducono a un luogo non sono poi moltissime quindi va più che bene!

Con l’auto in Islanda: siti e App da consultare

Per il rent a car: Lagoon Car Rental

Per il navigatore https://maps.me/download/

Per guidare in sicurezza https://safe.is/

Per le condizioni delle strade http://www.road.is/

Per il meteo con la relativa App https://www.vedur.is/

Per i tunnel con la relativa App https://mitt.veggjald.is/

Summary
Article Name
Con l'auto in Islanda: tutte le informazioni utili
Description
Con l'auto in Islanda: tutte le informazioni utili
Author
Publisher Name
SissiWorld
Publisher Logo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *