Hairspray – Il Musical per tutta la famiglia è a Roma al Teatro Brancaccio, fino al 4 marzo

Qualche giorno fa ci hai visto assistere ad una prima speciale a Roma al Teatro Brancaccio: finalmente Hairspray, il musical campione di incassi in tutto il mondo è arrivato in Italia a Roma!

Hairspray è un musical travolgente ed istruttivo, adatto a tutte le età e per tutte le famiglie. Con oltre 2.500 repliche a New York, i suoi 8 Tony Awards, ed il suo adattamento cinematografico con Zac Efron, John Travolta, Michelle Pfeiffer e Christopher Walken, Hairspray è finalmente in Italia, a Roma, con band dal vivo e con Giampiero Ingrassia nel celeberrimo ruolo di Edna Turnblad, portato al successo da John Travolta nel remake cinematografico del 2007.

Ingrassia torna così a confrontarsi nuovamente col Travolta: tutti lo ricordiamo nei panni di Danny Zuko in Grease, dove si è imposto come principale attore di musical in Italia.La regia è stata affidata a Claudio Insegno che ha già firmato la regia di altri successi come Jersey Boys e La febbre del sabato sera e Spamalot. La direzione musicale è di Angelo Racz, la coreografia è affidata a Valeriano Longoni. Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Nuovo di Milano per poi proseguire in tournée al Teatro Brancaccio di Roma, dove puoi trovarlo fino al 4 Marzo. 

Ci hai visto nel backstage incontrare Giampiero Ingrassia e Claudio Insegno per un breve saluto e scherzare sugli influenzer. Al di là degli scherzi e delle battute, spero di averti contagiato davvero e trasmesso la voglia di andare a teatro a vedere Hairspray, ma soprattutto di portare con te i tuoi bambini!

Un selfie in camerino con Giampiero Ingrassia!

Perché andare a vedere Hairspray – Il Musical al Teatro Brancaccio a Roma?

Hairspray – Il Musical ci porta a Baltimora nei primi anni ‘60, nel bel mezzo del conflitto tra conservatori e progressisti, in lotta per l’integrazione delle persone di colore. Con Hairspray – Il Musical la musica e la danza diventano il mezzo migliore per esprimere lo spirito di ribellione e permettono di comunicare i valori che sono i pilastri essenziali di ogni democrazia.

Secondo me dovresti andare a vedere Hairspray al Teatro Brancaccio (e portare con te i tuoi bimbi!) perché parla di temi attualissimi oggi, come la tolleranza, la diversità, l’inclusione, il bullismo.

Temi su cui riflettere a cuor leggero, talvolta con un sorriso, ma che diventano occasione di dialogo con gli altri e soprattutto con i nostri bambini.

Sembra retorico – e in parte lo è davvero – ma è inutile pensare che si possa tornare indietro: viviamo in un mondo globale e globalizzato in cui i nostri figli devono imparare a calarsi, ad adattarsi, con cui devono imparare fin da subito a convivere, cogliendone le opportunità e l’arricchimento che ne deriva e non solo il fastidio.

Sulla scia del nostro weekend londinese, in cui Sissi era già stata catapultata in un mondo multiculturale di mini-modelle di ogni nazione, colore o forma fisica, questi due giorni a Roma per vedere Hairspray – Il Musical non sono solo stati un’occasione per una due-giorni-madre-e-figlia ma anche un’opportunità per spiegarle la diversità e riflettere insieme.

Ma un musical è pur sempre teatro, recitazione, ballo e… musica! Quindi divertimento!

La vita mi ha regalato negli anni passati l’opportunità di assistere a tanti musical del West End a Londra e di poter portare Sissi a vedere il Gruffaló e posso affermare di avere una piccola esperienza, oltre che una personale passione.

Hairspray – Il Musical è frizzante, spumeggiante! La musica dal vivo è un punto di forza. Forse il pubblico italiano non è troppo abituato a questo genere ed è rimasto un po’ compassato!Ricordo un Dirty Dancing a Londra in balcony quasi totalmente in piedi e un Thriller Live cantando a squarciagola…

Il musical merita secondo me, come genere, l’emozione degli spettatori, il coinvolgimento soprattutto nelle parti più scatenate! 

Tantissimi gli applausi, di cui tuttavia il pubblico romano è stato -giustamente – generoso. Hairspray – Il Musical è a Roma, al Teatro Brancaccio, fino al 4 Marzo. Puoi acquistare i biglietti tramite la App del teatro oppure online: i prezzi partono da 29€. 

Se ti preoccupa la visione serale con i bambini, ricorda che il sabato e la domenica ci sono gli spettacoli pomeridiani alle 17, davvero adatti anche per i piccolissimi!

Libretto: Mark O’Donnel e Thomas Meehan. Musiche: Marc Shaiman. Testi: Scott Whittman e Marc Shaiman. Direzione musicale: Angelo Racz. Coreografie: Valeriano Longoni. Regia: Claudio Insegno. Cast artistico: Giampiero Ingrassia – Mary La Targia – Floriana Monici – Gianluca Sticotti – Beatrice Baldaccini – Riccardo Sinisi – Claudia Campolongo – Giulia Sol – Roberto Colombo – Elder Dias – Luca Spadaro – Cristina Benedetti – Francesca Piersante – Stephanie Dansou – Helen Tesfazghi – Fabio Gentile – Federica Nicolò – Monica Ruggeri – Martina Lunghi – Giuseppe Brancato – Max Francese -Robert Ediogu. Orchestra: Stefano Damiano (tastiere) – Luca Bettolini e Marco Tersigni (chitarra) – Daniele Catalucci (basso) – Marco Campagna (batteria) – Ezio Allevi e Alessio Zanovello (reed) – Marcello Ronchi (tromba) – Pietro Spina (trombone) – Carmelo Emanuele Patti e Chiara Tofani (violini).

Teatro Brancaccio di Roma, Via Merulana 244, in scena da martedì 20 febbraio a domenica 4 marzo. Spettacoli al martedì al venerdì alle ore 21, il sabato alle ore 17 e alle ore 21, la domenica alle ore 17.

Ulteriori informazioni: sito internet www.teatrobrancaccio.it – telefono 06.80687231

Paola Agostini (sissi_mum)

Founder, director and editor in chief at SissiWorld

Photographer

https://www.sissiworld.net/aboutme/

You May Also Like

Marchi sostenibili per bambini: Marie Puce

Alla scoperta della terra del Salice Salentino DOC

Occhiali da sole per bambini? Sì, ma con stile

Colomba per Pasqua? Sì, ma firmata Gucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.