Kids fashion: è tempo dei capispalla per bambine!

Ormai superata la metà di novembre e l’estate di San Martino, anche le giornate più limpide e serene sono diventate fredde ed è quindi ora di indossare giacconi e piumini: i cosiddetti capispalla per bambine, che in inverno vale la pena siano davvero importanti, non tanto come nome, ma come qualità.

Ai capispalla affidiamo la temperatura dei nostri bambini all’aperto e, dal punto di vista meramente estetico, ammettiamolo, spesso sono l’unica cosa che mostreremo del loro outfit!

Partiamo da noi: per quanto ci riguarda Sissi ha sempre avuto capispalla Moncler (vi ricordate?), ma quest’anno, complice lo shop e il fatto che a Playtime Paris di gennaio scorso avevo potuto vedere dal vivo tanti capispalla di marchi alternativi, ho scelto Mini Rodini! Ecco qui il suo giaccone imbottito, eco, bio e assolutamente fashion. Un capo casual, caldo, studiato nei dettagli per garantire movimenti comodi, mentre la stampa è quella inconfondibile del marchio svedese. Ve ne parlo ora per un fatto di onestà intellettuale: nel mio eshop sono esauriti da tempo e non volevo che pensaste che l’editoriale fosse veicolato ad un acquisto. E’ dunque una onestissima recensione 😉

Oltre alla stampa pinguino, classica, sebbene il colore carta da zucchero sia una novità di questa collezione AW15, una delle mie preferite è la stampa topolini, su fondo beige, novità assoluta della stagione. Abbiato cercato anche un cappellino da abbinare e abbiamo scelto Regina (ma ve ne parlerò meglio con dettaglio…)

Non tutti amano però le stampe di design e dal gusto nordico, allora vi propongo qulche capo che esula dal solito piumino Moncler o dal colore rosa: di gran tendenza il fur, ecco il cappotto reversibile di Fendi Kids, mentre Miss Blumarine ci dimostra come l’azzurro possa essere davvero femminile. Abbiniamo degli stivaletti a colore, in entrambi i casi.

Infine, il capospalla per feste (Natale è davvero alle porte), celebrazioni, festeggiamenti o eventi: bandito il piumino, scegliamo un cappotto. Quis Quis propone un’ampia scelta di cappotti: dalle linee pulite e un po’ sixties, come il capo in rosa, al pied de poule, dai ricami e passamanerie ai color block…

Pale Cloud propone un tartan dalla linea ad uovo fermato da una spilla dai richiami barocchi:

La Stupenderia rimane fedele alle linee classiche, osando addirittura con un Natalizio total red:

Un commento su “Kids fashion: è tempo dei capispalla per bambine!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *