LifestyleRiflessioni

Make-a-Wish per Natale

Succede che hai ricevuto un comunicato stampa. Accade che è l’1 di notte e sei stanca e vorresti andare a dormire. In realtà tutti dormono, anche i nostri due gatti nottambuli, e sei solo tu con il portatile, il tuo thè e la tua lucina.

Succede che dai uno sguardo al progetto, perchè si tratta di un progetto benefico e vale la pena dare uno sguardo anche se è tardi.

Succede che lo ritieni davvero valido tanto da sottoscrivere un paio di donazioni e pensi di dover scrivere assolutamente perchè leggi che gli ordini per le consegne entro Natale vanno effettuati entro il 18 dicembre…

Poi trovi casualmente un video, questo, e allora ti trovi a piangere davanti al pc all’1 di notte. Un senso di commozione per il desiderio realizzato, un’empatia da mamma, forse perchè ho la vera fortuna di avere una bambina sana della stessa età di Agata… ed una riflessione.

Ma prima, il video:

Questo blog è una finestra sulla nostra vita, opportunamente filtrata: i dolori e le preoccupazioni rimangono fuori, ovviamente, e condividiamo tutto ciò che ci interessa e ci sembra degno di nota. Il risultato, visto da fuori, può sembrare quello di una vita bella e perfetta, bei vestiti, bei giochi, viaggi, makeup… foto bianche in cui risalta la bellezza dell’oggetto o soggetto che si appoggia sul fondo. Io l’ho sempre condiviso con chi mi legge come un attimo di leggerezza e spensieratezza, quei 2 minuti in cui una mamma come me può leggere delle ultime tendenze in fatto di moda così come del colore di rossetto o di un nuovo prodotto.

Condividere il Natale di Make-A-Wish oggi con voi mi fa sentire bene. Non perchè abbia la presunzione di far guadagnare all’associazione chissà quante-mila donazioni, piuttosto perchè parlarvi di un progetto come questo mi fa sentire che questo blog possa essere anche utile per regalare un sogno a un bambino, specialmente se colpito da una malattia che può mettere a rischio la sua sopravvivenza. Un desiderio esaudito aiuta, infatti, a ritrovare il sorriso, la speranza e la forza di lottare: in fondo è così per tutti, anche per noi adulti, anche per chi è sano.

Pasquale1-1024x840

Chi è Make-A-Wish

A livello internazionale, Make-A-Wish® è presente in 50 Paesi nei 5 continenti e ha ricevuto il riconoscimento ufficiale dell’ONU, in quanto organizzazione benefica tra le più conosciute e apprezzate a livello mondiale, avendo realizzato, dal 1980, anno della sua fondazione, ad oggi, oltre 350.000 desideri. In Italia, l’Associazione ha festeggiato quest’anno i suoi primi 10 anni, essendo stata fondata nel settembre 2004, per onorare la memoria di Carlotta Frontani, scomparsa per una grave malattia all’età di 10 anni. Durante i mesi di ricovero, Carlotta ha sempre fatto il possibile per portare conforto agli altri bambini che, come lei, stavano soffrendo. A partire da questa esperienza, i genitori di Carlotta, Fabio e Sune Frontani, hanno deciso di impegnarsi per portare la missione di Make-A-Wish anche in Italia, regalando un momento di felicità e di speranza ai bambini che soffrono. Con sede a Genova e un ufficio a Milano, è presente su tutto il territorio nazionale, attraverso un network di circa 250 volontari attivi e collabora con i più importanti ospedali pediatrici del nostro paese.

Tra i partner più importanti di Make-a-Wish, per il terzo anno consecutivo, c’è anche Sony che sostiene la missione di ‘esaudire i desideri di bambini tra i 3 e i 17 anni affetti da gravi malattie, per arricchire di gioia e speranza la loro esperienza umana’, anche in virtù della grande attenzione che la società da sempre dedica alle giovani generazioni in ogni ambito della vita quotidiana.

Come aiutare Make-A-Wish

Per Natale Make-A-Wish lancia la campagna Natale solidale:  un vero regalo di Natale. Da regalare o regalarvi.

Le opzioni sono tante, per tutte le tasche: si può adottare un desiderio di un bambino sostenendone il costo interamente o parzialmente, oppure si può scegliere una semplice donazione dell’importo che vogliamo o ancora si può scegliere un oggetto (tangibile o virtuale).

Io ho scelto due oggetti per Sissi, sempre guidandomi con il principio del ricordo (amo ciò che rimane nel tempo, soprattutto a Natale: ogni anno troviamo libri, cd, decorazioni natalizie acquistate precedentemente e ricordiamo i momenti passati insieme):

make a wish

make a wish2

Poi ho scelto anche le ECard solidali, da inviare per gli auguri aziendali:

make a wish3

Le opzioni sono davvero tante e sono sicura che Make-A-Wish toccherà anche il vostro cuore.

One comment

  1. Jessica

    Da parte di tutti noi e dei nostri bambini grazie di cuore per aver scelto di condividere la nostra Missione!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *