Mono Tona: Sabrina Persechino AI 2016/17

Monotona o monotòna?

Sicuramente la collezione autunno inverno 2016/17 di Sabrina Persechino è da leggere come monotòna: termine matematico che si associa alle funzioni, in particolare alla maniera di ordinamento degli insiemi ordinati. Le funzioni (ricordate le lezioni di analisi matematica?) si dividono in monotòne crescenti e monòtone decrescenti.

Partendo dal nero, elemento base immancabile in qualsiasi collezione, Sabrina Persechino crea una collezione che rappresenta una funzione monotòna crescente aggiungendo il nero a miscele cromatiche che partono dal bianco, e una funzione monotòna decrescente sottraendo il nero per arrivare al bianco attraverso le texture grigie.

Le linee sono pulite, semplici, essenziali e i volumi regolari, sicuramente ispirati alla formazione della stilista, ai principi dell’architettura minimalista. D’altra parte il motto usatissimo nell’ambito della moda e del fashion “Less is more” è stato coniato dal celebre architetto Mies van der Rohe.

L’essenzialità è qualità.

Linee e design essenziali esaltano senza dubbio i materiali pregiati – cachemire, faille, tasmanie, pelle lamé e spalmati – e le tecniche sartoriali. Di questa essenzialità è intrisa Mono Tona: gli abiti hanno quasi un sofisticato rigore, evidente espressione di eleganza formale, di ordine compositivo, raffinatezza ed equilibrio fra le parti.

Trattando di minimalismo, immancanile il riferimento alla cultura giapponese: abiti cosparsi di paillettes ricordano, nel taglio delle maniche, i kimoni orientali.

Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone
Ph. Salvatore Dragone

La Location: The Church Palace Hotel

La location stessa è in linea con il mood Mono Tona: le stesse tonalità della collezione ripercorrono l’architettura di The Church Palace Hotel. Il recente intervento di restyling architettonico è stato curato da Sabrina Persechino in veste stavolta di architetto, in collaborazione e sintonia con il proprietario della struttura, Pietro Di Pierri.

I colori degli interni virano dal nero al bianco, muovendo per il grigio delle pareti, in un gioco cromatico che trova massima espressione nel Nero Terrace Restaurant.

Un commento su “Mono Tona: Sabrina Persechino AI 2016/17”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *