For momsLifestyle

Come stirare meno e meglio: qualche consiglio (furbo) per te

Odio stirare: se c’è qualcosa che detesto DAVVERO è proprio stirare. Per contro, la nostra famiglia produce una quantità di abiti da stirare imbattibile: mio marito indossa una camicia diversa al giorno, io spesso mi cambio tra mattina e pomeriggio, Sissi si cambia anche tre volte al giorno (scuola – pomeriggio in casa – sport)… questo significa mucchi di panni da lavare, che inevitabilmente vanno stirati!

Read More

LifestyleRiflessioni

Le nonne: Nora, Nilde, Paola, Daniela… e un video che vi riempirà di tenerezza

“Ai nonni, che hanno ricevuto la benedizione di vedere i figli dei figli, è affidato un compito grande: trasmettere l’esperienza della vita, la storia di una famiglia, di una comunità, di un popolo; condividere con semplicità una saggezza, e la stessa fede: l’eredità più preziosa! Beate quelle famiglie che hanno i nonni vicini! Il nonno è padre due volte e la nonna è madre due volte.” Discorso del Santo Padre in occasione dell’Incontro del Papa con gli anziani in piazza San Pietro, 28/09/2014

Le nonne.

Pilastro di questa società che, quando permette alle donne di lavorare, non permette loro di gestire in maniera ottimale lavoro, figli e casa.

Sono spesso le nonne che accudiscono i nostri figli, quelle che giocano con loro mentre noi lavoriamo e che prendono – forse –  il meglio della loro infanzia, dedicandosi a loro con affetto e con completa disponibilità. Senza l’ansia delle responsabilità di noi genitori, senza le paranoie tipiche dei novellini, prendono davvero il buono dei nostri bambini, che noi spesso, sopraffatti da ansie e responsabilità, non cogliamo. Le nonne non devono mai dire “Aspetta un momento”, sono semplicemente lì per i nostri bambini: disponibili e pronte a comprendere, solitamente contrarie ai castighi e costantemente preoccupate che non abbiano freddo.

I consigli delle nonne sono quelli che funzionano sempre: dal latte con miele per il mal di gola all’aceto e bicarbonato per smacchiare il lavello, hanno un grandissimo tesoro, l’esperienza. Ogni tanto sorridono sotto i baffi, commuovendosi della nostra ingenuità di genitori…

Un salto generazionale profondo: i nostri figli, nativi digitali, che spesso a 5 anni sanno quasi programmare in PHP, diventano gli insegnanti dei loro nonni… inglese, informatica, nuove tecnologie: è uno scambio e arricchimento reciproco. Le nonne si occupano del tenero e amorevole accudimento mentre i nipoti spiegano le novità del XXI secolo.

Si occupano spesso anche della merenda dei nostri bambini e, con coscienza, si informano di cosa proporre in questo importante pasto, soprattutto quando i bambini all’asilo non mangiano con troppo entusiasmo…

E per essere davvero sicure di cosa danno da mangiare ai loro bambini, le nonne mettono da parte acciacchi e stanchezza e si preparano ad affrontare un viaggio: prendetevi poco più di un minuto per guardare il video e fatevi assalire dalla tenerezza e, perché no, dai ricordi delle vostre nonne.

Nonna Nora guarda il mare e va a sistemarsi dal parrucchiere, Nonna Nilde si preoccupa della temperatura, Nonna Paola fa le raccomandazioni al marito, Nonna Daniela ama viaggiare e scruta il mondo dal finestrino del treno…

hugs-1613208_1920

Lifestyle

Bambini prodigio: l’avventura è troppa… o è solo scritta nel DNA?

Buzzoole

Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite. (Mark Twain)

Ho una bimba di 4 anni e mezzo, la stessa età di Terje Lamont: guardando il video, come mamma, ho avuto un po’ di ansia… e se cade? E se si fa male? Poi però ho guardato i suoi sorrisi e il suo viso spensierato e felice. E il tono pacato dei genitori che raccontano che fa questo “da quando è nato”. Ho cambiato la mia prospettiva nel guardare il video e l’ho visto nuovamente, stavolta soffermandomi sulla musica e sulla sua gioia ed ho capito

terje-snowboarder

Non si tratta di semplici attitudini o inclinazioni: la nostra storia è scritta nel DNA. Il DNA di Terje è fatto di avventura allo stato puro, di neve, di discese veloci, di sfida con se stessi: lui è semplicemente così. Non potrebbe essere diversamente: è una sola cosa con il proprio snowboard e con la discesa da affrontare.

Quando si parla di bambini prodigio… ecco che Terje può davvero definirsi tale! Il piccolo snowboarder ha davvero l’avventura nel suo DNA e, finito il divertimento sulle piste, si accomoda sul proprio seggiolino in una Discovery Sport.

Ora anche noi possiamo prenotare un Test Drive qui e in caso di acquisto godere della splendida offerta che include nel prezzo di acquisto il tetto panoramico a contrasto.

 

LifestyleRiflessioni

Mamma che Passione! La mia esperienza #daciafamilyproject

Vi già ho raccontato dell’interessante progetto Dacia Family Project ed oggi voglio raccontarvi la mia esperienza come special guest alla Rubrica Twitter “Mamma che Passione”!

La rubrica “Mamma che passione!” è su Twitter ogni martedì dalle 15:30: basta seguire @daciaitalia e l’hashtag #DaciaFamilyProject e condividere i motivi più belli e le grandi emozioni che spingono a metter su famiglia.

CccyoH5WEAAVYZd.jpg large

La puntata di ieri si incentrava sul bello di essere mamma, in particolare sulle gioie di tutti i giorni, sulla quotidianità della mammitudine. Potete trovare su Twitter sutta la puntata sotto l’hashtag #daciafamilyproject e commentare, anche a posteriori, con i vostri pensieri e le vostre impressioni. Inoltre potete segnare in agenda l’appuntamento settimanale con “Mamma che passione” perchè è stato davvero divertente, utile e a tratti liberatorio: confrontarsi con le altre mamme e vedere che tutte abbiamo le stesse reazioni e sentimenti è davvero qualcosa di prezioso, a mio avviso.

E’ nato un bel confronto con le altre mamme, a tratti ironico, a tratti romantico: abbiamo scherzato su temi come fidanzati, suocere, sonno e tanto altro, ma abbiamo parlato anche di cose più serie come amore, sentimenti, età a cui avere i figli, importanza dello sport, attaccamento materno… insomma, il nostro mondo quotidiano di mamme a 360°!

Sono trapelate ansie, aspettative, ma soprattutto tanta positività e tanto amore materno e sono proprio questi i valori che Dacia vuole premiare con il concorso Dacia Family Project: i valori della famiglia vissuta in maniera vera, profonda e sana, senza rinunciare a momenti di svago e divertimento insieme, proprio come la domenica allo stadio.

3_3

Potete vincere un abbonamento Family alla Dacia Arena e partecipare da protagonisti al match Udinese-Napoli e, se non tifate Udinese, potete comunque vincere i biglietti per andare a vedere la vostra squadra del cuore alla Dacia Arena: che ne dite?

In fondo, basta provare!

Lifestyle

iLife: l’assicurazione sulla vita che si prende cura anche di noi

Buzzoole

Conoscete Genertel? Genertel è la Compagnia assicurativa diretta di Generali Italia, la prima assicurazione ad aver introdotto nel nostro Paese la vendita di polizze al telefono e, dal 1996, anche online. Insieme a Genertellife, costituisce l’unico polo assicurativo vita e danni dedicato ai canali diretti e alternativi.

Con Genertel ho stipulato da tempo l’assicurazione auto, ma ieri ho conosciuto iLife, “la prima assicurazione sulla vita che si prende cura di te e dei tuoi cari”.

Assicurarsi sulla vita?

Non ci avevo mai pensato, onestamente. Siamo giovani e, sicuri della nostra giovane età, crediamo che il momento della fine della nostra vita sia sempre molto lontano. MA le disgrazie possono accadere, purtroppo, a chiunque e da quando sono mamma ho cominciato a pensare che un’assicurazione sulla vita fosse indispensabile. Ovviamente un capitale, per milionario che esso sia, non potrebbe mai supplire la mancanza di un genitore (almeno spero… vero, Sissi?), ma onestamente credo anche che un importo a beneficio di chi rimane possa aiutare a superare le difficoltà contingenti nel momento della disgrazia.

Quindi, sì: abbiamo deciso di assicurarci entrambi con Genertellife.

File 12-11-15, 23 19 00

Read More